Everton-Liverpool 0-0

Premier League

Il match valido per la trentesima giornata della Premier League tra l'Everton e il Liverpool finisce con un pareggio senza reti. Match divertente nel quale tutte e due le squadre hanno provato a capitalizzare senza però trovare la via del gol. Per i due attacchi però non ci sono state chiare occasioni da rete

Pareggio senza gol quello tra Everton e Liverpool. Di certo il match non verrà ricordato da qui a 10 anni per la bellezza espressa. Esistono 0-0 che però regalano molte giocate interessanti e azioni degne di rilievo ma non è questo il caso. Forse per scelta o forse per timore, fatto sta che le due squadre hanno preferito puntare su una solida attenzione difensiva, sacrificando un po' troppo il gioco nell'altra metà campo. Dopo una fase di studio ci sono stati periodi del match che hanno visto un tentativo di accelerata ma il buon lavoro delle due difese è certificato dal dato relativo alle grosse occasioni da gol. Padroni di casa e ospiti non hanno scollinato quota 2. La squadra di Carlo Ancelotti si è schierata con un 4-4-2 ma nemmeno i cambi a gara in corso hanno rigenerato il match. Stesso discorso per il Liverpool, in campo con un iniziale 4-3-3 .

Clean sheet per entrambi i portieri: sia Jordan Pickford (Everton) che Alisson (Liverpool) hanno compiuto 3 interventi ciascuno.

Nonostante il pareggio a reti inviolate, l'Everton ha avuto più occasioni per cambiare il risultato, da sottolineare il palo colpito da Tom Davies. Mentre il Liverpool non ha effettuato nessuna azione che ha messo in pericolo la retroguardia avversaria.

Gli ospiti hanno completato con successo più del doppio dei passaggi dell'avversario (500-171): si sono distinti Virgil van Dijk (74), Joel Matip (58) e Fabinho (55). Per i padroni di casa, Michael Keane è stato il giocatore più preciso con 26 passaggi riusciti.

Nell'Everton, il difensore Lucas Digne è stato il migliore dei suoi per contrasti vinti (8) perdendone soltanto uno. L'attaccante Sadio Mané è stato invece il più efficace nelle fila del Liverpool con 13 contrasti vinti (23 effettuati in totale).


Everton (4-4-2 ): J.Pickford, L.Digne, M.Holgate, S.Coleman (Cap.), M.Keane, T.Davies, A.Gordon, A.Iwobi, André Gomes, Richarlison, D.Calvert-Lewin. All: Carlo Ancelotti
A disposizione: Cuco Martina, G.Sigurdsson, Bernard, M.Kean, J.Branthwaite, M.Stekelenburg, B.Baningime, João Virgínia, L.Baines.
Cambi: G.Sigurdsson <-> A.Gordon (60'), B.Anício Caldeira Duarte <-> A.Iwobi (88'), M.Kean <-> D.Calvert-Lewin (93')

Liverpool (4-3-3 ): Alisson, J.Milner, J.Matip, T.Alexander-Arnold, V.van Dijk, Fabinho, N.Keita, J.Henderson (Cap.), S.Mané, T.Minamino, Roberto Firmino. All: Jürgen Klopp
A disposizione: H.Elliott, D.Lovren, N.Williams, Adrián, G.Wijnaldum, D.Origi, Mohamed Salah, A.Oxlade-Chamberlain, J.Gomez.
Cambi: J.Gomez <-> J.Milner (43'), A.Oxlade-Chamberlain <-> T.Minamino (45'), G.Wijnaldum <-> N.Keita (65'), D.Origi <-> R.Barbosa de Oliveira (65')


Ammonizioni: M.Keane, L.Digne, J.Milner, D.Origi

Stadio: Goodison Park
Arbitro: Mike Dean

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche