Ronaldo al Manchester United, Alex Ferguson: "Ho contribuito, non potevo vederlo al City"

MAN UNITED
©IPA/Fotogramma

Sir Alex ha spiegato il suo ruolo nel ritorno di CR7 a Old Trafford: "Non riuscivo a immaginarlo al Manchester City, ecco perché ci siamo attivati per assicurarci che venisse qui. È stato emozionante e ho provato sollievo"

Cristiano Ronaldo ha lasciato il suo segno nel suo ritorno al Manchester United mettendo a segno una doppietta. Tra i tanti tifosi che a Old Trafford hanno applaudito ai suoi gol c'era anche Sir Alex Ferguson. L'ex allenatore dei red devils, che Ronaldo in passato ha definito come un padre, ha avuto un ruolo chiave nel ritorno di CR7 allo United: "Molte persone hanno fatto la propria parte - ha spiegato Ferguson in un'intervista a Viaplay - Ho contribuito sapendo che Cristiano voleva davvero venire qui. Tutto è andato per il meglio, è stato emozionante e ho provato tanto sollievo". Sollievo da parte di Ferguson legato all'altra squadra in corsa per Ronaldo, il Manchester City: "Non riuscivo a immaginarlo al Manchester City - aggiunge - Ecco perché ci siamo attivati per assicurarci che venisse qui. Ho parlato con la famiglia Glazers lo hanni seguito molto bene e tutto è andato in porto".

I numeri di Ronaldo con Ferguson in panchina

leggi anche

CR7, ritorno da sogno a Old Trafford con doppietta

CR7 e Sir Alex hanno condiviso sei anni insieme al Manchester United. L'allenatore è stato fondamentale nel percorso di crescita del giocatore, come ribadito dal portoghese in più circostanze. Un percorso condiviso fatto di 292 presenze e 118 gol per CR7. Ferguson e Ronaldo, insieme, hanno vinto 9 titoli, compresa una Champions League e tre Premier League.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche