Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
15 novembre 2016

Fiorentina, ansia Kalinic: ancora differenziato

print-icon
Nikola Kalinic - Fiorentina

L'attaccante della Fiorentina, Nikola Kalinic, che proverà a recuperare per il derby contro l'Empoli (Getty)

Paulo Sousa spera di recuperare il croato in tempo per il derby contro l'Empoli, ma l'attaccante continua a lavorare a parte rispetto al resto dei compagni

La Fiorentina continua la propria preparazione in vista del derby toscano contro l’Empoli alla ripresa del campionato dopo la sosta per le Nazionali e al centro sportivo viola il punto di domanda è sempre lo stesso: recupererà Nikola Kalinic? Paulo Sousa se lo augura e ci spera, l’attaccante - che per la lesione muscolare che lo ha frenato dopo il pareggio contro la Sampdoria non ha neppure risposto alla convocazione della Croazia per gli impegni nelle qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018 - ci prova. E scalpita, anche se ancora non lavora con il resto dei compagni. Allenamento differenziato per Kalinic rispetto al gruppo di Sousa e gli occhi sono ancora tutti puntati su di lui. La Fiorentina ha bisogno dei suoi gol e in trasferta quest’anno il croato è stato spesso decisivo, ecco perché c’è voglia e frenesia di recuperarlo in tempo per il derby di domenica prossima al Castellani contro l’Empoli di Martusciello. Ma con cautela, perché forzare troppo il rientro esporrebbe al pericolo di ricadute che la Fiorentina vorrebbe scongiurare. Si valuterà ancora nei prossimi giorni, con Sousa che osserva e aspetta di capire se, al Castellani, potrà contare su di lui. Che intanto dimostra grandissima voglia di voler rientrare in tempo. Vedremo.

Nel frattempo il resto della rosa ha proseguito il lavoro di preparazione verso il derby di Empoli. Secondo allenamento della settimana questa mattina al centro sportivo viola dove Sousa ha diretto una seduta dove il gruppo si è diviso tra palestra, dove ha svolto la consueta parte atletica, e campo, dove la Fiorentina ha limitato gli ultimi dettagli in vista di domenica e lavorato sulla parte tattica. In attesa del rientro dei tanti giocatori impegnati con le rispettive Nazionali, con i sudamericani (da Vecino a Sanchez) che rientreranno solo a tre giorni dal derby. Ma la preoccupazione in casa viola resta una: Nikola Kalinic.