Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
19 novembre 2016

Spalletti: "Pronti a combattere contro l'Atalanta"

print-icon
spa

Luciano Spalletti, 57 anni (LaPresse)

Il tecnico romanista fa un'analisi accurata della squadra che impegnerà la Roma domenica: "E' la rivelazione del campionato". "La Juve? Dobbiamo imparare da loro"

"L'Atalanta è la rivelazione del campionato, è una delle migliori squadre in questo momento, lo dicono i numeri e il gioco che esprime in campo. Dobbiamo essere pronti a combattere". Così il tecnico della Roma, Luciano Spalletti, alla vigilia della trasferta a Bergamo. I giallorossi hanno bisogno di un successo per non perdere contatto dalla testa della classifica. "Per essere bravi a mirare alla Juve dobbiamo fare come loro: vincere le partite come le vincono loro, vincere quante partire vincono loro, avere gli stessi obiettivi che hanno loro" sottolinea Spalletti. "Per essere al livello della Juventus dobbiamo fare quello che fanno loro. Loro hanno mestiere, bravura, sanno cogliere l'attimo. Adesso si dice che non giocano un buonissimo calcio, ma se avranno la squadra che gioca un calcio migliore davanti aumenteranno la loro qualità. Noi invece dobbiamo ancora consolidare quanto fatto vedere nell'ultimo periodo, abbiamo sempre bisogno di essere bellissimi per portare a casa i tre punti".

Il tecnico, in scadenza a fine stagione, sembra non avere fretta: "La Roma a volte ha fatto contratti ad allenatori che ha mandato via poco dopo dovendo poi continuare a pagarli. Questo non mi sembra corretto, per cui ogni tanto sbagliano valutazioni. E io li voglio aiutare a non cadere in errore. Il discorso di valutazione obiettiva sul lavoro sarà fatto in base ai numeri che faremo fino in fondo. E questo dipenderà dalla squadra, da me dipende poco. Io non sono uno che deve gestire o comandare la Roma. Devo far vedere di volta in volta la qualità del lavoro".