Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
15 dicembre 2016

Roma, Perotti: "Tra Higuain e Dzeko scelgo Edin"

print-icon
per

Diego Perotti non ha dubbi: tra Dzeko e Perotti si tiene Dzeko (foto Getty)

Il big match della Serie A è alle porte. L'attaccante argentino non ha dubbi: "Scelgo il mio compagno, la sua stagione finora è fantastica". Sullo Scudetto, non ha dubbi: "Ha ragione Buffon, possiamo vincerlo"

Il big match in testa alla Serie A tra Juve e Roma, è alle porte. Sarà prima di tutto una sfida tra i grandi bomber. Diego Perotti non ha dubbi: tra Higuain e Dzeko, si tiene il compagno di squadra. "Sono due grandi attaccanti - ha detto in un’intervista esclusiva a Sky Sport24 -. Per me Edin perché è mio compagno e sta facendo una stagione grandissima. Sono due giocatori che quando prendono la palla in area e cercano la porta, ce l’hanno in testa. Tutti e due sanno giocare e fare assist. Sono due calciatori completi e tra i migliori al mondo".

 

"La Roma può vincere lo Scudetto" - Qualche giorno fa, il capitano della Juve Gigi Buffon l’aveva giurato: "Ha ragione. Abbiamo battuto il Napoli, il Milan, l’Inter e la Lazio. Chi batte squadre così che lottano per lo Scudetto lo merita. Abbiamo perso dei punti importanti e siamo a quattro punti di distacco, ma abbiamo uno scontro diretto contro di loro e dobbiamo fare di tutto per vincerlo. Le sue sono belle parole vuol dire che stiamo facendo bene".

Battere Lazio e Milan - Il percorso dei giallorossi, nelle ultime giornate, è stato ottimo. Le ultime due vittorie, in modo particolare, hanno lanciato la squadra di Spalletti a caccia della testa: "Siamo riusciti a stare vicino alla Juve e a non allontanarci. Vincere il derby è sempre bellissimo per squadra e tifosi. Battere il Milan era a pari punti con noi e vincere subito dopo il derby non era facile. Ora dobbiamo stare concentrati e fare di tutto per battere la Juve".

Gli infortunati - La Roma viaggia bene, nonostante l’assenza di Florenzi e Bruno Peres: "Gli infortuni ci hanno costretto a cambiare qualcosa ma il mister è stato bravo e noi in campo lo abbiamo seguito". La sua rete in rabona in Europa League ha lasciato tutti a bocca aperta. Ma per l’argentino, il gol più spettacolare che ha segnato è stato "quello con la Samp al volo, perché era bello. Ma soprattutto perché essendo il primo era molto emozionante".

Il rigorista - Diego Perotti è anche un ottimo rigorista. Ma i suoi segreti non li svela: "Non c’è un segreto. Ho cominciato a calciarli così a Siviglia. Mi dà sicurezza, anche se so che può essere un modo un po’ rischioso, ma non c'è segreto, serve solo allenarsi". Buffon, non l’ha studiato da vicino: "In realtà non studio i portieri sui rigori. Se mi troverò in quella situazione sarà difficile, perché è uno dei più forti al mondo”.

La Juve  - L’avversaria non è delle più facili: "È una squadra matura. Vincono partite in cui noi magari a volta abbiamo lasciato qualcosa. La differenza è stata lì finora. Poi se vinci a Cagliari e non vinci col Milan i punti sono gli stessi, per cui finora, va bene così”. Tra gli ostacoli da affrontare ci sarà soprattutto Paulo Dybala: "La volta che ho giocato contro lui a Palermo si vedeva che aveva grande qualità, anche se doveva crescere. Nel cambio dal Palermo alla Juve non ha avuto difficoltà e ha continuato a segnare tanti gol. Ha un sinistro pazzesco, non lo conosco di persona, ma sembra umile e bravo. Se continua così diventerà uno dei più forti al mondo”.

Vincere a Roma - Il suo ex compagno di squadra Pjanic si è trasferito a Torino per vincere: “Non ha ancora vinto finora. Anche noi possiamo farlo, siamo vicini a loro. Io penso che abbiamo una squadra forte che può vincere qualcosa tra campionato, Europa League e Coppa Italia”.