Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
26 dicembre 2016

Dzeko: "Sono rinato, ora voglio lo scudetto"

print-icon

Dalla crisi sotto porta al secondo posto nella classifica marcatori, è stato un 2016 intenso quello di Edin Dzeko. L'attaccante bosniaco della Roma ha voluto ripercorlo in esclusiva per noi di Sky Sport, in un'intervista nella quale ha raccontato anche i suoi auguri per il 2017, con uno sguardo particolare alla Juventus

"La Juve è forte, lo sappiamo, ma nulla è finito". Edin Dzeko proprio non ci sta ad arrendersi e a veder scappar via la squadra di Allegri. D'altronde per uno come lui abituato a sfuggire dalle bombe che cadevano sulla Bosnia quando aveva solo 6 anni che timore vuoi che possano creare 4 punti in meno in classifica (ma anche una partita in più). E allora il numero 9 giallorosso parte proprio dal discorso scudetto e dai propositi per il suo 2017 nell'intervista che ha rilasciato in esclusiva ai microfoni di Angelo Mangiante e Paolo Assogna. 

Obiettivo scudetto - "I bianconeri sono fortissimi e noi dobbiamo ancora migliorare, ma credo nello scudetto. Nel 2017, dal punto di vista sportivo, quello che vorrei è proprio vincere qualcosa. Dopo una stagione complicata come quella passata sono tornato su ottimi livelli e ho ricominciato a fare le cose che ho sempre fatto nella mia carriera: per questo vorrei continuare così e aiutare la Roma a vincere qualcosa".

Vietato sbagliare - Per vincere qualcosa però la Roma dovrà fare necessariamente dei passi in avanti ed evitare quei cali di tensione che soprattutto in trasferta sono costati troppi punti ai giallorossi: "A Cagliari eravamo in vantaggio 2-0 dopo 47 minuti e alla fine abbiamo pareggiato. Non è accettabile una cosa del genere per una squadra come la nostra. Anche a Bergamo contro l'Atalanta la stessa cosa: eravamo in vantaggio 1-0, abbiamo sprecato tantissime occasioni nel primo tempo e alla fine abbiamo perso. Dobbiamo ancora migliorare molto su questo aspetto". 

Dalla crisi alla rinascita - Di certo chi è migliorato tantissimo nella seconda parte di questo 2016 è proprio l'attaccante bosniaco che dopo la crisi della passata stagione è tornato a segnare e ha chiuso l'anno al secondo posto della classifica marcatori dietro a Icardi e al pari di Belotti con 13 gol: "In questi mesi ho studiato a lungo il calcio italiano e ora penso di aver capito quasi tutto. In italia ci sono tante squadre che giocano compatte dietro la linea della palla e io mi sono trovato in difficoltà. Dovevo modificare il mio modo di attaccare, capire come giocare e ora l'ho capito. Spero solo di continuare così. E' vero mi manca un po' di cattiveria e Spalletti ha ragione a farmelo notare, ma sono nato così quindi non posso far altro che lavorare su questo aspetto per migliorare ancora di più. Io voglio crescere ancora, voglio fare di più e soprattutto sfruttare tutte le occasioni che avrò".

Appello ai tifosi - Propositi e auguri, nel 2017 Dzeko spera anche di veder tornare in massa allo stadio i sostenitori della Roma: "Noi giochiamo a calcio per i tifiosi e devo dire che è un peccato vedere uno stadio mezzo vuoto, anche perché i tifosi ci mancano e senza di loro inevitabilmente facciamo più fatica. Quando siamo andati a Torino abbiamo trovato uno stadio pieno che ha spinto tantissimo i bianconeri. Spero vivamente che i tifosi tornino numerosi a incitarci: abbiamo bisogno di loro"

Stop alle guerre - Ma, come detto, non c'è solo il calcio nei pensieri futuri di Edin Dzeko: "Se potessi realmente cambiare qualcosa, nel 2017 vorrei un mondo senza guerre: ce ne sono troppe e troppe persone muoiono per nulla. Io so cosa vuol dire, in Bosnia ho convissuto per 4 anni con la guerra ed è stata molto dura. Speriamo che in futuro si riesca a cambiare qualcosa".

Propositi e auguri, nel 2017 Dzeko spera anche di veder tornare in massa allo stadio i sostenitori della Roma: "Noi giochiamo a calcio per i tifiosi e devo dire che è un peccato vedere uno stadio mezzo vuoto, anche perché i tifosi ci mancano e senza di loro inevitabilmente facciamo più fatica. Quando siamo andati a Torino abbiamo trovato uno stadio pieno che ha spinto tantissimo i bianconeri. Spero vivamente che i tifosi tornino numerosi a incitarci: abbiamo bisogno di loro"

Ma, come detto, non c'è solo il calcio nei pensieri futuri di Edin Dzeko: "Se potessi realmente cambiare qualcosa, nel 2017 vorrei un mondo senza guerre: ce ne sono troppe e troppe persone muoiono per nulla. Io so cosa vuol dire, in Bosnia ho convissuto per 4 anni con la guerra ed è stata molto dura. Speriamo che in futuro si riesca a cambiare qualcosa". 

Propositi e auguri, nel 2017 Dzeko spera anche di veder tornare in massa allo stadio i sostenitori della Roma: "Noi giochiamo a calcio per i tifiosi e devo dire che è un peccato vedere uno stadio mezzo vuoto, anche perché i tifosi ci mancano e senza di loro inevitabilmente facciamo più fatica. Quando siamo andati a Torino abbiamo trovato uno stadio pieno che ha spinto tantissimo i bianconeri. Spero vivamente che i tifosi tornino numerosi a incitarci: abbiamo bisogno di loro"

Ma, come detto, non c'è solo il calcio nei pensieri futuri di Edin Dzeko: "Se potessi realmente cambiare qualcosa, nel 2017 vorrei un mondo senza guerre: ce ne sono troppe e troppe persone muoiono per nulla. Io so cosa vuol dire, in Bosnia ho convissuto per 4 anni con la guerra ed è stata molto dura. Speriamo che in futuro si riesca a cambiare qualcosa". 

Propositi e auguri, nel 2017 Dzeko spera anche di veder tornare in massa allo stadio i sostenitori della Roma: "Noi giochiamo a calcio per i tifiosi e devo dire che è un peccato vedere uno stadio mezzo vuoto, anche perché i tifosi ci mancano e senza di loro inevitabilmente facciamo più fatica. Quando siamo andati a Torino abbiamo trovato uno stadio pieno che ha spinto tantissimo i bianconeri. Spero vivamente che i tifosi tornino numerosi a incitarci: abbiamo bisogno di loro"

Ma, come detto, non c'è solo il calcio nei pensieri futuri di Edin Dzeko: "Se potessi realmente cambiare qualcosa, nel 2017 vorrei un mondo senza guerre: ce ne sono troppe e troppe persone muoiono per nulla. Io so cosa vuol dire, in Bosnia ho convissuto per 4 anni con la guerra ed è stata molto dura. Speriamo che in futuro si riesca a cambiare qualcosa". 

Propositi e auguri, nel 2017 Dzeko spera anche di veder tornare in massa allo stadio i sostenitori della Roma: "Noi giochiamo a calcio per i tifiosi e devo dire che è un peccato vedere uno stadio mezzo vuoto, anche perché i tifosi ci mancano e senza di loro inevitabilmente facciamo più fatica. Quando siamo andati a Torino abbiamo trovato uno stadio pieno che ha spinto tantissimo i bianconeri. Spero vivamente che i tifosi tornino numerosi a incitarci: abbiamo bisogno di loro"

Ma, come detto, non c'è solo il calcio nei pensieri futuri di Edin Dzeko: "Se potessi realmente cambiare qualcosa, nel 2017 vorrei un mondo senza guerre: ce ne sono troppe e troppe persone muoiono per nulla. Io so cosa vuol dire, in Bosnia ho convissuto per 4 anni con la guerra ed è stata molto dura. Speriamo che in futuro si riesca a cambiare qualcosa". 

Propositi e auguri, nel 2017 Dzeko spera anche di veder tornare in massa allo stadio i sostenitori della Roma: "Noi giochiamo a calcio per i tifiosi e devo dire che è un peccato vedere uno stadio mezzo vuoto, anche perché i tifosi ci mancano e senza di loro inevitabilmente facciamo più fatica. Quando siamo andati a Torino abbiamo trovato uno stadio pieno che ha spinto tantissimo i bianconeri. Spero vivamente che i tifosi tornino numerosi a incitarci: abbiamo bisogno di loro"

Ma, come detto, non c'è solo il calcio nei pensieri futuri di Edin Dzeko: "Se potessi realmente cambiare qualcosa, nel 2017 vorrei un mondo senza guerre: ce ne sono troppe e troppe persone muoiono per nulla. Io so cosa vuol dire, in Bosnia ho convissuto per 4 anni con la guerra ed è stata molto dura. Speriamo che in futuro si riesca a cambiare qualcosa". 

Propositi e auguri, nel 2017 Dzeko spera anche di veder tornare in massa allo stadio i sostenitori della Roma: "Noi giochiamo a calcio per i tifiosi e devo dire che è un peccato vedere uno stadio mezzo vuoto, anche perché i tifosi ci mancano e senza di loro inevitabilmente facciamo più fatica. Quando siamo andati a Torino abbiamo trovato uno stadio pieno che ha spinto tantissimo i bianconeri. Spero vivamente che i tifosi tornino numerosi a incitarci: abbiamo bisogno di loro"

Ma, come detto, non c'è solo il calcio nei pensieri futuri di Edin Dzeko: "Se potessi realmente cambiare qualcosa, nel 2017 vorrei un mondo senza guerre: ce ne sono troppe e troppe persone muoiono per nulla. Io so cosa vuol dire, in Bosnia ho convissuto per 4 anni con la guerra ed è stata molto dura. Speriamo che in futuro si riesca a cambiare qualcosa". 

Propositi e auguri, nel 2017 Dzeko spera anche di veder tornare in massa allo stadio i sostenitori della Roma: "Noi giochiamo a calcio per i tifiosi e devo dire che è un peccato vedere uno stadio mezzo vuoto, anche perché i tifosi ci mancano e senza di loro inevitabilmente facciamo più fatica. Quando siamo andati a Torino abbiamo trovato uno stadio pieno che ha spinto tantissimo i bianconeri. Spero vivamente che i tifosi tornino numerosi a incitarci: abbiamo bisogno di loro"

Ma, come detto, non c'è solo il calcio nei pensieri futuri di Edin Dzeko: "Se potessi realmente cambiare qualcosa, nel 2017 vorrei un mondo senza guerre: ce ne sono troppe e troppe persone muoiono per nulla. Io so cosa vuol dire, in Bosnia ho convissuto per 4 anni con la guerra ed è stata molto dura. Speriamo che in futuro si riesca a cambiare qualcosa". 

Propositi e auguri, nel 2017 Dzeko spera anche di veder tornare in massa allo stadio i sostenitori della Roma: "Noi giochiamo a calcio per i tifiosi e devo dire che è un peccato vedere uno stadio mezzo vuoto, anche perché i tifosi ci mancano e senza di loro inevitabilmente facciamo più fatica. Quando siamo andati a Torino abbiamo trovato uno stadio pieno che ha spinto tantissimo i bianconeri. Spero vivamente che i tifosi tornino numerosi a incitarci: abbiamo bisogno di loro"

Ma, come detto, non c'è solo il calcio nei pensieri futuri di Edin Dzeko: "Se potessi realmente cambiare qualcosa, nel 2017 vorrei un mondo senza guerre: ce ne sono troppe e troppe persone muoiono per nulla. Io so cosa vuol dire, in Bosnia ho convissuto per 4 anni con la guerra ed è stata molto dura. Speriamo che in futuro si riesca a cambiare qualcosa". 

Propositi e auguri, nel 2017 Dzeko spera anche di veder tornare in massa allo stadio i sostenitori della Roma: "Noi giochiamo a calcio per i tifiosi e devo dire che è un peccato vedere uno stadio mezzo vuoto, anche perché i tifosi ci mancano e senza di loro inevitabilmente facciamo più fatica. Quando siamo andati a Torino abbiamo trovato uno stadio pieno che ha spinto tantissimo i bianconeri. Spero vivamente che i tifosi tornino numerosi a incitarci: abbiamo bisogno di loro"

Ma, come detto, non c'è solo il calcio nei pensieri futuri di Edin Dzeko: "Se potessi realmente cambiare qualcosa, nel 2017 vorrei un mondo senza guerre: ce ne sono troppe e troppe persone muoiono per nulla. Io so cosa vuol dire, in Bosnia ho convissuto per 4 anni con la guerra ed è stata molto dura. Speriamo che in futuro si riesca a cambiare qualcosa". 

Propositi e auguri, nel 2017 Dzeko spera anche di veder tornare in massa allo stadio i sostenitori della Roma: "Noi giochiamo a calcio per i tifiosi e devo dire che è un peccato vedere uno stadio mezzo vuoto, anche perché i tifosi ci mancano e senza di loro inevitabilmente facciamo più fatica. Quando siamo andati a Torino abbiamo trovato uno stadio pieno che ha spinto tantissimo i bianconeri. Spero vivamente che i tifosi tornino numerosi a incitarci: abbiamo bisogno di loro"

Ma, come detto, non c'è solo il calcio nei pensieri futuri di Edin Dzeko: "Se potessi realmente cambiare qualcosa, nel 2017 vorrei un mondo senza guerre: ce ne sono troppe e troppe persone muoiono per nulla. Io so cosa vuol dire, in Bosnia ho convissuto per 4 anni con la guerra ed è stata molto dura. Speriamo che in futuro si riesca a cambiare qualcosa". 

Propositi e auguri, nel 2017 Dzeko spera anche di veder tornare in massa allo stadio i sostenitori della Roma: "Noi giochiamo a calcio per i tifiosi e devo dire che è un peccato vedere uno stadio mezzo vuoto, anche perché i tifosi ci mancano e senza di loro inevitabilmente facciamo più fatica. Quando siamo andati a Torino abbiamo trovato uno stadio pieno che ha spinto tantissimo i bianconeri. Spero vivamente che i tifosi tornino numerosi a incitarci: abbiamo bisogno di loro"

Ma, come detto, non c'è solo il calcio nei pensieri futuri di Edin Dzeko: "Se potessi realmente cambiare qualcosa, nel 2017 vorrei un mondo senza guerre: ce ne sono troppe e troppe persone muoiono per nulla. Io so cosa vuol dire, in Bosnia ho convissuto per 4 anni con la guerra ed è stata molto dura. Speriamo che in futuro si riesca a cambiare qualcosa". 

Propositi e auguri, nel 2017 Dzeko spera anche di veder tornare in massa allo stadio i sostenitori della Roma: "Noi giochiamo a calcio per i tifiosi e devo dire che è un peccato vedere uno stadio mezzo vuoto, anche perché i tifosi ci mancano e senza di loro inevitabilmente facciamo più fatica. Quando siamo andati a Torino abbiamo trovato uno stadio pieno che ha spinto tantissimo i bianconeri. Spero vivamente che i tifosi tornino numerosi a incitarci: abbiamo bisogno di loro"

Ma, come detto, non c'è solo il calcio nei pensieri futuri di Edin Dzeko: "Se potessi realmente cambiare qualcosa, nel 2017 vorrei un mondo senza guerre: ce ne sono troppe e troppe persone muoiono per nulla. Io so cosa vuol dire, in Bosnia ho convissuto per 4 anni con la guerra ed è stata molto dura. Speriamo che in futuro si riesca a cambiare qualcosa". 

Propositi e auguri, nel 2017 Dzeko spera anche di veder tornare in massa allo stadio i sostenitori della Roma: "Noi giochiamo a calcio per i tifiosi e devo dire che è un peccato vedere uno stadio mezzo vuoto, anche perché i tifosi ci mancano e senza di loro inevitabilmente facciamo più fatica. Quando siamo andati a Torino abbiamo trovato uno stadio pieno che ha spinto tantissimo i bianconeri. Spero vivamente che i tifosi tornino numerosi a incitarci: abbiamo bisogno di loro"

Ma, come detto, non c'è solo il calcio nei pensieri futuri di Edin Dzeko: "Se potessi realmente cambiare qualcosa, nel 2017 vorrei un mondo senza guerre: ce ne sono troppe e troppe persone muoiono per nulla. Io so cosa vuol dire, in Bosnia ho convissuto per 4 anni con la guerra ed è stata molto dura. Speriamo che in futuro si riesca a cambiare qualcosa". 

Propositi e auguri, nel 2017 Dzeko spera anche di veder tornare in massa allo stadio i sostenitori della Roma: "Noi giochiamo a calcio per i tifiosi e devo dire che è un peccato vedere uno stadio mezzo vuoto, anche perché i tifosi ci mancano e senza di loro inevitabilmente facciamo più fatica. Quando siamo andati a Torino abbiamo trovato uno stadio pieno che ha spinto tantissimo i bianconeri. Spero vivamente che i tifosi tornino numerosi a incitarci: abbiamo bisogno di loro"

Ma, come detto, non c'è solo il calcio nei pensieri futuri di Edin Dzeko: "Se potessi realmente cambiare qualcosa, nel 2017 vorrei un mondo senza guerre: ce ne sono troppe e troppe persone muoiono per nulla. Io so cosa vuol dire, in Bosnia ho convissuto per 4 anni con la guerra ed è stata molto dura. Speriamo che in futuro si riesca a cambiare qualcosa". 

Propositi e auguri, nel 2017 Dzeko spera anche di veder tornare in massa allo stadio i sostenitori della Roma: "Noi giochiamo a calcio per i tifiosi e devo dire che è un peccato vedere uno stadio mezzo vuoto, anche perché i tifosi ci mancano e senza di loro inevitabilmente facciamo più fatica. Quando siamo andati a Torino abbiamo trovato uno stadio pieno che ha spinto tantissimo i bianconeri. Spero vivamente che i tifosi tornino numerosi a incitarci: abbiamo bisogno di loro"

Ma, come detto, non c'è solo il calcio nei pensieri futuri di Edin Dzeko: "Se potessi realmente cambiare qualcosa, nel 2017 vorrei un mondo senza guerre: ce ne sono troppe e troppe persone muoiono per nulla. Io so cosa vuol dire, in Bosnia ho convissuto per 4 anni con la guerra ed è stata molto dura. Speriamo che in futuro si riesca a cambiare qualcosa". 

Propositi e auguri, nel 2017 Dzeko spera anche di veder tornare in massa allo stadio i sostenitori della Roma: "Noi giochiamo a calcio per i tifiosi e devo dire che è un peccato vedere uno stadio mezzo vuoto, anche perché i tifosi ci mancano e senza di loro inevitabilmente facciamo più fatica. Quando siamo andati a Torino abbiamo trovato uno stadio pieno che ha spinto tantissimo i bianconeri. Spero vivamente che i tifosi tornino numerosi a incitarci: abbiamo bisogno di loro"

Ma, come detto, non c'è solo il calcio nei pensieri futuri di Edin Dzeko: "Se potessi realmente cambiare qualcosa, nel 2017 vorrei un mondo senza guerre: ce ne sono troppe e troppe persone muoiono per nulla. Io so cosa vuol dire, in Bosnia ho convissuto per 4 anni con la guerra ed è stata molto dura. Speriamo che in futuro si riesca a cambiare qualcosa". 

Propositi e auguri, nel 2017 Dzeko spera anche di veder tornare in massa allo stadio i sostenitori della Roma: "Noi giochiamo a calcio per i tifiosi e devo dire che è un peccato vedere uno stadio mezzo vuoto, anche perché i tifosi ci mancano e senza di loro inevitabilmente facciamo più fatica. Quando siamo andati a Torino abbiamo trovato uno stadio pieno che ha spinto tantissimo i bianconeri. Spero vivamente che i tifosi tornino numerosi a incitarci: abbiamo bisogno di loro"

Ma, come detto, non c'è solo il calcio nei pensieri futuri di Edin Dzeko: "Se potessi realmente cambiare qualcosa, nel 2017 vorrei un mondo senza guerre: ce ne sono troppe e troppe persone muoiono per nulla. Io so cosa vuol dire, in Bosnia ho convissuto per 4 anni con la guerra ed è stata molto dura. Speriamo che in futuro si riesca a cambiare qualcosa".