Samp, Ferrero: "La partita l'ha vinta l'arbitro"

Serie A

I blucerchiati chiudono in vantaggio il primo tempo, poi rimangono in dieci per l'espulsione di Silvestre e subiscono i gol di Gabbiadini e Tonelli che fissano il risultato sul 2-1. Rammaricato il presidente del club genovese: "Giampaolo era nervoso, serve un cambiamento perché ci mancano tanti punti per errori arbitrali"

Non è bastata la rete dell’iniziale vantaggio grazie all’autogol di Hysaj, la Sampdoria esce sconfitta dalla sfida del San Paolo contro il Napoli. Si apre così con una sconfitta l’anno dei blucerchiati, che (in inferiorità numerica per mezz’ora) subiscono i gol di Gabbiadini e Tonelli nel secondo tempo e tornano così a Genova senza alcun punto. La squadra di Marco Giampaolo resta così ferma a 23 punti in classifica e nel prossimo turno incontrerà l’Empoli a Marassi. Nel post partita l'allenatore non ha parlato ai microfoni dei giornalisti, il presidente Massimo Ferrero ha invece espresso tutto il suo rammarico per la sconfitta della sua squadra.

Sull'espulsione -
"Il rosso a Silvestre ha falsato la gara - ha iniziato dicendo il presidente blucerchiato Ferrero - il quarto uomo che cosa stava facendo? Perché non ha guardato e non ha detto all'arbitro che non c'era alcun fallo sul portiere? Paghiamo questi errori, per questo abbiamo perso. Credo servano dei rimedi a questi sbagli che inevitbilmente condizionano le gare. Il sistema deve cambiare perché questa sera la partita della Sampdoria è stata decisa dall'arbitro. E' un peccato perché bisogna solo fare i complimenti ai ragazzi e a Giampaolo perché la gara è stata ben giocata".

"L'arbitro ha vinto la partita" - "Ora la rabbia mi è un po' passata e poi quando parlo faccio danni. Devo imparare a stare zitto tanto i tre punti non me li ridà nessuno... L'allenatore questa sera ha messo in campo ua squadra che meritava di vincere. Silvestre è un centrale di esperienza e per la squadra è una pedina importante e in una gara in cui stava andando tutto bene quello che è successo mi ha davvero lasciato l'amaro in bocca. Ingenuità di Silvestre? Assolutamente no. Dobbiamo capire se è stato espuslo perché è stato irispettoso. Matias non ha toccato Reina, l'aveva già ammonito su un sospetto fuorigioco. Stiamo qui a parlare del possibile errore umano che o ci può stare o del ragazzo che è irrispettoso? Stiamo giocando a calcio, non stiamo valutando se le persone sono rispettose".

Giampaolo nervoso - "La partita è stata sconvolta perché poi abbiamo dovuto levare una punta e mettere un altro centrocampista. La partita l'ha vinta l'arbitro che poi ha anche dato cinque minuti di recupero facendo segnare il Napoli a tempo scaduto. Poteva dircelo prima così i tre punti alla squadra di Sarri potevano darglieli a tavolino. Sapete che io sono una persona passionale ma se andiamo a vedere tutti gli episodi che ci sono successi dovevamo stare almeno a 12 punti in più. Comunque la Sampdoria è grande, Giampaolo se n'è andato perché era nervoso. Comunque non vogliamo crearci alibi, a volte paghiamo l'inesperienza e ci dispiace per come è andata stasera". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche