Sassuolo, Di Francesco: "Avremo davanti un'armata"

Serie A
Eusebio Di Francesco, allenatore del Sassuolo pronto a sfidare la Juventus (Getty)
eusebio_di_francesco_Sassuolo_getty

A ventiquattr'ore dall'impegno contro la Juventus, l'allenatore dei neroverdi ha parlato in conferenza stampa: "La scelta di nostro modulo dipende dagli interpreti, mi aspetto qualche cambio da Allegri. Berardi 'buono' con i bianconeri? L’ho letto in giro, sono cavolate da social"

La vittoria sul terreno di casa lo scorso anno è stata fondamentale sia per il Sassuolo, che a fine stagione ha conquistato un posto in Europa, sia per la Juventus - che dopo quella gara ha risollevato la testa andando a vincere il quinto scudetto consecutivo. Le due squadre domani si ritrovano ancora al Mapei Stadium, la formazione di casa vuole trovare una vittoria per dare continuità agli ultimi risultati E per continuare la sua scalata alla classifica allontanandosi ancora dalle ultime posizioni. Così in conferenza stampa Eusebio Di Francesco ha presentato il match: "La Juve ha perso contro il Genoa che ha i nostri stessi punti - ha detto l’allenatore - è chiaro che sulla carta i bianconeri sono favoriti, ma la mia squadra è determinata e vogliosa di riprendersi quanto lasciato per strada. Siamo consapevoli che davanti avremo un’armata e so anche che pur giocando in casa alla fine saremo come in trasferta".

Sull’avversario -
"La Juventus è reduce dalla partita di Coppa Italia, giocare tante competizioni richiede numerosi cambi e per questo sono sicuro che ci saranno alcuni cambi e si vedrà qualcosa di diverso rispetto a quanto visto contro il Milan; resta il fatto che i bianconeri hanno un potenziale enorme e dei sostituti fortissimi. Ho visto una squadra aggressiva con qualsiasi modulo, allo Juventus Stadium hanno sempre un impatto devastante sulla partita e non è successo solo con noi all'andata. Allegri può cambiare diversi sistemi perché ha a disposizione dei giocatori che possono leggere qualsiasi modulo. Io preparerò la mia squadra sapendo che davanti ho delle individualità fortissime. Vogliamo concretizzare tutte le azioni da gol che riusciremo a creare, ma davanti abbiamo una squadra prima in qualsiasi statistica, che non concede quasi nulla all’avversario".

Sulla classifica -
"Al momento siamo in una posizione tranquilla ma questa non è una partita jolly. Dobbiamo fare più punti possibili e una grande gara con la Juve; non accetto di partire già battuti perché domani abbiamo una grande occasione. Firmerei per un pareggio? Dicendo di sì trasferirei ai miei giocatori una mentalità sbagliata, troppo difensiva e non voglio farlo. Defrel? Non fa trasparire grandi emozioni, ma di lui si parla molto e questo non aiuta. Per quanto riguarda il resto della squadra, Cannavaro ha recuperato dall’influenza mentre Lirola è out, Gazzola è rientrato e sarà convocato. In più stiamo recuperando la condizione dei giocatori tornati dagli infortuni".

Sul modulo e su Berardi -
"I nostri principi di gioco non cambiano, la scelta di schierarci in un modo piuttosto che in un altro dipende dai giocatori che ho. L'assenza di Magnanelli, che per me è il miglior interprete del 4-3-3, incide molto. Con questo sistema di gioco sono state fatte delle buone prestazioni ma possiamo fare meglio. Politano non è detto che debba giocare a piede invertito, anche se preferisco vederlo a sinistra. Politano accetta meglio di giocare a sinistra rispetto a Berardi, che si sposta a sinistra solo quando si vuole allontanare da me per non sentirmi. In giro si dice che Domenico è 'buono' con la Juve? Queste sono sciocchezze da social, le ho lette e hanno anche infastidito più me del giocatore".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport