Palermo, Pezzella: "Che orgoglio il rinnovo"

Serie A
Schermata_2017-02-03_alle_12

Il classe 1997, titolare domenica contro il 'suo' Napoli, ha ottenuto il prolungamento del contratto con i rosanero fino al 2020: "È il momento più importante della mia carriera, ma non devo sentirmi appagato", ha detto in conferenza stampa

“Crediamo moltissimo in Pezzella. Per questo abbiamo deciso di prolungare il contratto". Queste le prime parole del direttore sportivo del Palermo, Nicola Salerno, dopo il rinnovo fino al 2020 dell'esterno classe 1997. "Il suo contratto era in scadenza, alcune squadre si erano interessate e quindi abbiamo deciso di blindarlo. Secondo noi avrà un futuro importante. Lo abbiamo accontentato peraltro nella maniera giusta, dal punto di vista economico. C’era stato qualche interessamento su di lui, ma non approfondito. Abbiamo preferito non rischiare: Pezzella è il futuro del Palermo”.

La gioia di Pezzella - Dopo la titolarità contro il 'suo' Napoli, il 19enne ha ottenuto il rinnovo del contratto: "Il rinnovo è motivo di orgoglio. Sono arrivato qui che giocavo negli Allievi, la società ha ritenuto opportuno farmi rinnovare. Devo ringraziare il presidente e la società per la fiducia. Giocare così giovane in A è motivo di orgoglio, ma al tempo stesso devo gestire questi palcoscenici. La situazione non è facile, in campo ci vuole per prima cosa la testa, poi sta tutto nelle qualità".


Momento clou della carriera - "Mi fa piacere che mi abbia paragonato a Chiellini, ma sta a me dimostrare di valerlo. Sono solo parole per ora, poi devo dirlo sul campo. A me piace molto giocare terzino, centrale non è un ruolo che mi piace tanto. È il momento più importante della mia carriera, non devo sentirmi appagato in questo momento. Ci sono molti giocatori che mi aiutano come Vitiello e Rispoli, giocatori molto importanti per me. Il lavoro paga sempre, il momento brutto c'è stato ma ho continuato a lavorare quotidianamente e le soddisfazioni sono arrivate".

Verso il Crotone - "La partita contro il Crotone è importante, bisogna portare assolutamente a casa i tre punti. Non ci sono altre parole, noi pensiamo ad andare sul campo e siamo carichi per questa partita perché possiamo riaprire il campionato. Con Aleesami siamo amici, è un bravissimo ragazzo. Parliamo sempre del nostro lavoro, ma siamo amici. Mi dispiace se c'è stato il distaccamento con i tifosi, io chiedo a tutti di venire allo stadio anche se è difficile vista la situazione che stiamo vivendo. Giocare a Napoli è stato speciale, ci tenevo a far bene. Meritatamente abbiamo portato a casa un punto giusto", ha concluso Pezzella.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche