Olimpico, via all'abbassamento delle barriere

Serie A
olimpico_roma_getty

Riunione tecnica in Questura, presenti anche il CONI e i club di Pallotta e Lotito: i lavori inizieranno dopo Roma-Villarreal del 23 febbraio, l'obiettivo è di completarli entro il derby di Coppa Italia del 1 marzo. Tra le novità anche le telecamere nella zona centrale delle curve

Barriere all'Olimpico abbassate all'altezza di 1,10 metri e più telecamere: sono queste le principali operazioni definite in una riunione tecnica a Roma in Questura. "Sul presupposto della maggiore sicurezza raggiunta e sulla scorta delle direttive ricevute", è stato deciso infatti di procedere all'abbassamento delle barriere partendo dalla Curva sud (chiusa agli spettatori per Lazio-Udinese), subito dopo l'incontro Roma-Villarreal del 23 febbraio, così da poter completare i lavori entro Lazio-Roma del 1 marzo. Il progetto varato in sede tecnica sarà poi vagliato in Prefettura, anche attraverso la commissione di vigilanza pubblici spettacoli.

Arrivano le telecamere - Tra le misure stabilite c'è anche la rimodulazione del servizio degli steward (tenendo conto che la curva rimarrà suddivisa in due settori e, pertanto, sarà necessario evitare scavalcamenti) e telecamere "dedicate in via esclusiva alla zona centrale delle curve".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche