Atalanta, Gasp che festa! "L'Europa? Crediamoci"

Serie A

L'allenatore nerazzurro esulta dopo il 2-0 del San Paolo ma resta con i piedi per terra: "Risultato che ci dà fiducia per l'obiettivo europeo. Champions? Mi sembra un po' esagerato...". Su Caldara, rivelazione della stagione: "Se continua così sarà difficile tenerlo per un altro anno"

Atalanta formato Champions, il 2-0 al San Paolo ne è la conferma. I nerazzurri, ora soli al quarto posto (a -3 proprio dal Napoli), continuano a volare in campionato: “Parlare di Champions mi sembra un po’ esagerato… è una cosa che sta meglio a Roma, Napoli e anche Inter. Ma la vittoria di oggi ci dà comunque grandi speranze per l’Europa League, ci aiuta a crederci”, ha detto Gian Piero Gasperini nel post partita. Proprio l’ex allenatore del Genoa è il segreto della crescita esponenziale della squadra bergamasca. E anche i suoi stessi giocatori ne riconoscono il valore: “Mi fa piacere che i ragazzi mi attribuiscano i meriti (l’ultimo a farlo Caldara, eroe del San Paolo, durante il ritiro della Nazionale), ma io tendo a restituirli subito a loro. Loro fanno le prestazioni in campo, io posso solo assecondare la loro crescita. Non hanno solo bagagli tecnici e tattici, ma pure la testa giusta. Si mettono a disposizione nel modo giusto”. Dove può arrivare questo Gasperini: “Un grande club nel futuro? Non lo so, questa è una dimensione in cui sto bene. Sono convinto che se dovesse arrivare un’altra possibilità dovrebbe essere voluta, mi dovrebbe convincere fino in fondo. A Bergamo ho comunque trovato una società seria, così come l’ambiente: per fare il salto ci devono essere certi presupposti”.

Fino alla fine..... #forzadea #nonmollare #dea #bergamo #atalanta #grandegruppo #12finali

Un post condiviso da Alberto Paloschi (@paloschino43) in data:

Caldara super - Il difensore nerazzurro arrivato a 5 gol in Serie A: “Se continua così sarà difficile tenerlo”. Ha, infatti, già firmato con la Juventus, nonostante dovrebbe rimanere all’Atalanta per un altro anno: “Non l’ho mandato via io - ammette Gasp ridendo - ha scelto lui la Juve. Sul gol del 2-0 ha fatto una cosa fantastica, ha trasformato l’anticipo in ripartenza e si è anche inserito in attacco, come ha dimostrato di saper fare anche contro la Roma. Avere un ragazzo che ha questa mentalità e che può anche partire da dietro è importante: vuol dire che siamo un bel pezzo avanti”. Il reparto difensivo uno dei segreti di Gasperini: “Dieci registi? Condivido questo punto di vista. È una priorità e lo diventa ancora di più in partite con squadre come il Napoli. Se si riesce a fare gioco con più componenti della squadra si riescono a impensierire anche le più importanti”.

Non ho parole per descrivere questo . Grazie ragazzi 🖤💙📝 #atalantabc #Napoli #vitoria #gruppo #storia @andreapetagna #amici

Un post condiviso da Alejandro Gomez (@papugomez_official) in data:

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.