Samp, presto la firma sul rinnovo di Giampaolo

Serie A

La trattativa per prolungare il contratto dell’allenatore fino al 2020 procede bene e presto l’accordo sarà ufficiale; la società, inoltre, è tornata a lavorare anche su Driussi del River per rinforzare l’attacco. Dopo due giorni di riposo la squadra è tornata ad allenarsi senza i nazionali 

Ripresa dei lavori anche in casa Sampdoria, i blucerchiati si sono ritrovati dopo la sconfitta dell’ultimo turno contro la Juventus e dopo i due giorni di riposo concessi da Marco Giampaolo ai suoi calciatori. Sui campi del Mugnaini di Bogliasco, Quagliarella e compagni hanno così iniziato a preparare il prossimo impegno; dopo la sosta la formazione ligure affronterà l’Inter. Un altro esame per migliorare ancora la classifica che vede attulamente la Samp al nono posto con 41 punti.

Panchina e mercato -
Non solo campo, però; continuano infatti i colloqui della società con lo stesso Giampaolo per il rinnovo di contratto. La trattativa procede bene, come lo stesso allenatore aveva confermato anche dopo il derby vinto, e presto l’accordo verrà definito formalmente e reso ufficiale. La scadenza della nuova intesa sarà nel 2020. Movimenti anche sul mercato, i blucerchiati sono infatti tornati a lavorare su Sebastián Driussi, attaccante classe 1996 ora al River Plate. La società si era già interessata al suo profilo nel corso del mercato di gennaio e nelle ultime ore i contatti tra le parti sono ripresi: la Samp vorrebbe assicurarsi il talento dell’argentino a buone condizioni e per questo starebbe continuando a muoversi.

Skriniar talento slovacco under 21 - E dopo Patrik Schick - votato come miglior talento ceco 2016 - anche Milan Skriniar è stato scelto e premiato come miglior giocatore slovacco under 21. Un altro riconoscimento per un altro giovane giocatore blucerchiato, che così come il compagno sta mostrando ottime cose anche grazie alla fiducia del suo allenatore; il difensore è cresciuto con il passare dei mesi e ha sempre potuto contare sull’appoggio di Giampaolo, che si è più volte schierato dalla sua parte: “Skriniar sa leggere certe situazioni come ben pochi altri sono in grado di fare, è giovane e qualche errore ci più stare”, ha più volte ripetuto il tecnico che alla fine ha avuto ragione. In campo (dove sono arrivate prestazioni sempre più convincenti) e fuori, con il classe 1995 che ha già attirato su di sé le attenzioni delle grandi e ha ricevuto premio come giovane talento slovacco del 2016.

I più letti