Gasp: "Europa? Non andarci sarebbe delusione"

Serie A
Gian Piero Gasperini, allenatore dell'Atalanta (Getty)

L’allenatore dei nerazzurri ha parlato così a margine della cerimonia di consegna della panchina d’oro: "Anche senza Gagliardini abbiamo continuato con lo stesso rendimento, mancano nove giornate e ora proveremo a centrare l’obiettivo”"

Meno di sette giorni alla prossima partita contro il Genoa, l’Atalanta tornerà a pensare al campo a partire da domani, martedì. Sabato i nerazzurri hanno concluso la loro prima settimana della sosta per le nazionali con un’amichevole a Zingonia contro il Chiasso. 7-0 per i ragazzi di Gian Piero Gasperini, a segno Cristante e Pešić su rigore nel rigore, Cabezas, Raimondi, Gomez e ancora Pešić e Cristante nella ripresa. L’allenatore ha poi concesso al gruppo due giorni di riposo e, come comunica il sito ufficiale del club bergamasco, l’appuntamento è fissato per “domani alle 15 al centro Bortolotti di Zingonia in vista della trasferta contro il Genoa, in programma a Marassi domenica alle ore 15:00. La seduta si svolgerà sul campo numero cinque, sprovvisto di tribuna”. Manca sempre meno al ritorno in campo, l’Atalanta deve riprendere il suo cammino e dare così continuità alla bella vittoria contro il Pescara: l’obiettivo rimane sempre raggiungere l’Europa.

Gasp vota Di Francesco e Juric
- E chissà che proprio la qualificazione alla prossima Europa League non possa garantire a Gasperini un riconoscimento come la Panchina d’Oro ricevuta quest’oggi da Maurizio Sarri. L’allenatore dell’Atalanta ha partecipato alla consegna del premio in mattinata e a margine di questo evento ne ha approfittato per parlare anche della sua squadra: "Per vincere questo riconoscimento bisogna fare qualcosa di molto importante - ha iniziato dicendo - io ho votato per Di Francesco perché andare in Europa con il Sassuolo non è semplice. E per la Serie B ho scelto Juric. Detto ciò, Sarri merita questo riconoscimento, ora il Napoli avrà una grande occasione contro la Juventus per dare un ulteriore significato alla stagione".

Sui nerazzurri -
E ancora: "I giovani sono importanti all’interno del mio gruppo ma rispetto al girone di andata ci è mancato solamente Gagliardini; la sua perdita è stata ovviamente importante ma abbiamo continuato con lo stesso rendimento. Adesso mancano nove giornate ed è chiaro che, arrivati fino a qui, sarebbe una piccola delusione non arrivare in Europa. Ci proveremo, poi lavoreremo per la nuova stagione senza cambiare i programmi della società. La Nazionale? Mi piace il lavoro di Ventura, sta inserendo gradualmente tanti giovani cogliendo le opportunità e le novità che il campionato sta portando. La strada è quella giusta".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport