Atalanta, scarico per Petagna e Spinazzola

Serie A
Gian Piero Gasperini al lavoro verso il Genoa (Getty)
08

I due calciatori - tornati a Bergamo dopo l’esordio con la Nazionale di Ventura - hanno raccontato le loro emozioni e le loro sensazioni. Gasperini intanto continua a preparare la sfida contro l’Atalanta: domani ritornano anche Berisha, Melegoni e Zukanovic

Questa mattina Gian Piero Gasperini, in vista della gara contro il Genoa in programma a Marassi domenica alle ore 15, ha diretto una nuova seduta al centro Borlotti di Zingonia: il ritorno in campo si avvicina e la squadra nerazzurra deve riprendere il cammino interrotto con la sosta per centrare l’obiettivo europeo. Esercizi di tecnica, tattica e partitella su campo ridotto per il gruppo mentre Petagna e Spinazzola - all’indomani dell’esordio con la maglia della nazionale azzurra - hanno svolto un allenamento di scarico; Dramé, inoltre, ha proseguito con il programma di recupero personalizzato e per la giornata di domani - sempre a Zingonia - è fissata una nuova seduta con inizio alle ore 10 (sul campo numero cinque); è prevista la presenza anche degli altri nazionali - ancora assenti - Berisha, Melegoni e Zukanovic.

Le parole di Spinazzola - Cinque esordienti in Olanda-Italia con la maglia azzurra, due di questi calciatori dell’Atalanta. Leonardo Spinazzola e Andrea Petagna hanno così iniziato un nuovo percorso con il gruppo di Giampiero Ventura e meno di 24 ore i due giocatori hanno commentato così l’esperienza e l’emozione vissuta ai microfoni del sito ufficiale del club: "Ho vissuto dieci giorni bellissimi che racchiudono questi otto mesi stupendi e meravigliosi con l'Atalanta - spiega l’esterno - la partita con il Genoa è importante, abbiamo lavorato duramente per arrivare a questo punto, quella di domenica sarà una finale. Nessuno a inizio anno poteva pensare a questa convocazione e a quanto stiamo facendo di buono, ieri quando il mister mi ha chiamato ho sentito le farfalle nello stomaco, è stato stupendo e non ho parole per descrivere l'emozione, quando rivedrò la partita realizzerò meglio. Ventura mi ha detto di giocare come faccio nell'Atalanta e di stare sereno e in campo si è visto".

Petagna: "Che emozione" -
"Quella di ieri è stata una serata veramente indimenticabile, è una cosa che mi porterò dietro tutta la vita - aggiunge l’attaccante - ringrazio Ventura che mi ha dato questa possibilità e l'Atalanta perché se sono arrivato in Nazionale è merito di questa squadra. Ero un po' nervoso, nella partita con il Pescara non avevo segnato, ero arrabbiato con me stesso e io me la prendo sempre con me stesso quando qualcosa non va, ma adesso sono felice perché la Nazionale mi ha dato morale, il mister mi ha dato fiducia e sono pronto per la partita con il Genoa. E' stata un'emozione pazzesca giocare. Ho avuto l'onore di stare 10 giorni con dei grandi campioni come Buffon e De Rossi, con giocatori veramente importanti ed è stato bellissimo confrontarmi con loro. E’ stato emozionante soprattutto sentire l'inno tutti insieme. Quando sono entrato con l'Olanda non ho pensato a nulla se non a tutti i percorsi difficili che ho fatto per arrivarci. La notte prima pensavo che l'anno scorso giocavo in Serie B. Se sono arrivato arrivato in Nazionale devo dire grazie a Gasperini che mi ha cambiato la vita, ma devo ringraziare anche la famiglia Percassi che mi ha dato fiducia acquistandomi lo scorso gennaio, oltre ovviamente a mister Ventura che mi ha convocato".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport