Atalanta, Gasp: "Giornata positiva per noi"

Serie A
Gian Piero Gasperini, allenatore dell'Atalanta (Getty)

"Questo era un turno sulla carta sfavorevole ma abbiamo ottenuto un punto e adesso abbiamo quattro gare da giocare in casa. Nel primo tempo abbiamo fatto molto bene sorprendendo la Roma, nel secondo bravi a tenere difensivamente nella difficoltà", ha detto l'allenatore nerazzurro

Dopo la vittoria dell’andata, l’Atalanta riesce a strappare un punto alla Roma anche al ritorno: all’Olimpico finisce 1-1, con Dzeko che pareggia il vantaggio di Kurtic. Il pareggio di oggi permette ai nerazzurri di salire così a quota 60 in classifica. Soddisfatto di quanto visto l’allenatore della formazione bergamasca, che ai microfoni di Sky Sport ha parlato così della sfida contro la squadra di Luciano Spalletti.

"Ripresa con qualche difficoltà"

"Qualche rammarico per non aver segnato di più nel primo tempo? Forse sì ma la partita poi va vista nei 90 minuti e il secondo tempo della Roma è stato grande. Abbiamo sofferto e ottenuto un punto importante. Nella ripresa loro hanno alzato i ritrmi giocando con grande tecnica e così noi abbiamo avuto qualche problema. Prima eravamo più freschi e avevamo più spazi, poi tutto è stato più difficile ma siamo riusciti a tenere bene difensivamente e a strappare un ottimo pareggio. La gara di Milano con l'Inter resta una macchia ma ci aiuta sempre a reagire. Abbiamo vinto tante partite in trasferta e forse eravamo troppo convinti di poter affrontare i nerazzurri alla pari. Poi c'è stato un blackout ma abbiamo tratto degli insegnamenti. Oggi nel momento di difficoltà, quando la Roma sembrava poter andare oltre, noi siamo riusciti a stringere le fila e a tenere anche dal punto di vista fisico in un momento di difficoltà".

Le scelte a centrocampo

"Ho scelto D'Alessandro che è molto veloce ma con un centrocampista in più potevamo tenere meglio e  palleggiare meglio. Non credevo di poter sorprendere la Roma nel palleggio ma volevo sfruttare la nostra tecnica. Nel secondo tempo ho cambiato qualcosa perché avevo visto più spazi da sfruttare. Cristante è stato molto bravo come Kurtic e gli altri. Questa è una giornata dove sulla carta eravamo sfavoriti visto che dovevamo affrontare la seconda in classifica, mentre ora guardando il calendario vediamo che mancano sei partite di cui quattro in casa e poterci giocare le nostre chances soprattutto sul nostro campo è certamente un vantaggio", ha concluso il tecnico.

Sulla conferenza della vigilia annullata

In conferenza stampa, poi, Gasperini è tornato anche a parlare dell'episodio accaduto ieri a Zingonia: "Non ho intenzione di rispondere su quello che è successo ieri e sta succedendo da settimane. È sorprendente in un stagione come questa una situazione così. E' stato un episodio sgradevole ma mantengo la mia posizione, sui principi e sui comportamenti personali non c'è possibilità di equivoci. Verrò attaccato e criticato ma non posso rispondere a questo tipo di situazione. È successo che un giornalista dell'Eco ha cercato di far passare per vera una bufala, una notizia totalmente falsa circa una insubordinazione di un mio giocatore alla vigilia della gara col Pescara, dopo l'1-7 contro l'Inter. Ho chiesto di non rispondere più a questo giornalista ma lui vuole per forza questo. Anche io non sono tenuto a rispondere a tutti, soprattutto a chi ha comportamenti così scorretti. Ho deciso per questo di evitare di rispondere. Lo stesso direttore poi, non ha pubblicato quella notizia. Ora, che mi si voglia imporre di rispondere a chi ha avuto questi comportamenti... Non lo farò. Non parlo più con l'Eco, non adesso, ma per sempre".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport