Serie A, 35^ giornata: risultati, gol e highlights

Serie A
Le festa dei giocatori del Crotone, imbattuto da 6 partite (4 vinte e 2 pareggi)
crotone_ansa

Pari e spettacolo tra Sassuolo e Fiorentina, l'Empoli batte il Bologna e si avvicina alla salvezza. Al Crotone basta un gol di Tonev per vincere a Pescara. E' pari tra Chievo e Palermo, rosaneri aritmeticamente in Serie B

SASSUOLO-FIORENTINA 2-2

37' Chiesa (F), 74' rig. Politano (S), 85' Iemmello (S), 90' Bernardeschi (F)

La Fiorentina perde la grande occasione di rientrare nella corsa per l’Europa e trova solo un pareggio sul campo del Sassuolo. Quinto risultato utile consecutivo, invece, per i neroverdi, che vedono sfumare la vittoria soltanto nel finale. Eppure il primo tempo era stato di marca viola. Prima Nikola Kalinic si fa parare da Consigli un calcio di rigore concesso per fallo di Adjapong su Bernardeschi, poi Federico Chiesa porta in vantaggio la squadra di Paulo Sousa sfruttando un assist di Borja Valero. Nel secondo tempo, però, il Sassuolo viene fuori alla grande. Il minuto chiave è il 72’, quando Gonzalo Rodriguez commette fallo da rigore su Berardi e viene espulso. Dal dischetto Politano non sbaglia e riporta il risultato in parità. Poi è Pietro Iemmello a regalare il 2-1 al Sassuolo, con una deviazione vincente sugli sviluppi di un calcio d’angolo. All’ultimo respiro, poi, ci pensa Federico Bernardeschi a salvare Paulo Sousa firmando il definitivo 2-2.

EMPOLI-BOLOGNA 3-1

5' Croce (E), 11' Verdi (B), 38' Pasqual (E), 47' Costa (E)

Vittoria importante per la salvezza, l’Empoli fa un altro passo verso la permanenza in Serie A ottenendo il terzo successo nelle ultime quattro partite. Dimenticata la sconfitta contro il Sassuolo con il bellissimo 3-1 inflitto al Bologna. Parte subito benissimo la squadra di Giovanni Martusciello, in vantaggio già al 5’ con una deviazione vincente di Croce che trasforma in gol una punizione laterale di Pasqual. Il Bologna reagisce bene e pareggia già all’11’, con un bel sinistro di Verdi. L’Empoli però riesce a ritornare in vantaggio al 38’, con un fantastico tiro dalla distanza di Manuel Pasqual che si perde all’incrocio dei pali. Nel secondo tempo, invece, arriva il gol della tranquillità, con Costa che risolve in mischia dopo un calcio d’angolo. Tre punti importanti per l’Empoli, Bologna sconfitto al Castellani. 

CHIEVO-PALERMO 1-1

69' rig. Pellissier (C), 88' Goldaniga (P)

Chievo già tranquillo, il Palermo invece ad un passo dalla Serie B alla vigilia di questa giornata. Ne viene fuori una partita non molto spettacolare, soprattutto nel primo tempo. Qualche buona opportunità da una parte e dall’altra, con Sorrentino e Fulignati però attenti. Le cose migliori accadono nella ripresa. Al 69’ si sblocca il risultato: Bruno Henrique atterra Inglese in area di rigore e Sergio Pellissier batte Fulignati dagli undici metri portando il Chievo in vantaggio. Il Palermo prova a trovare almeno il pareggio e ci riesce all’88’, con Goldaniga che sfrutta un errore della difesa gialloblù per battere Sorrentino. Il gol del difensore, però, non basta ai rosanero per evitare la retrocessione in Serie B, che da questa domenica è aritmetica. 

PESCARA-CROTONE 0-1

72’ Tonev (C)

Tre punti per continuare a sparare nella rimonta salvezza, il Crotone – nonostante i risultati positivi di Genoa ed Empoli – non molla la presa e grazie ad una prodezza di Tonev, la prima in Serie A, sbanca l’Adriatico e tiene ancora viva la corsa salvezza. Capezzi a centrocampo al posto dello squalificato Crisetig, in attacco tandem composto da Trotta e Simy: queste le scelte di Nicola. Nel consueto 4-3-3 scelto da Zeman per il suo Pescara, invece, Bahebeck vince il ballottaggio con Cerri, panchina per Muntari. Parte bene la formazione calabrese che all’11’ con Trotta crea una buona occasione, ma la conclusione dell’attaccante trova pronto Fiorillo. Con il passare dei minuti la partita si 'spegne', una bellissima conclusione di Nalini al volo al minuto 35’ e un salvataggio sulla linea di Ferrari sulla conclusione di Bahebeck due minuti più tardi gli unici due lampi di un primo tempo che si conclude sullo 0-0.

Nella ripresa il Crotone prova ad alzare i ritmi, al 54’ Ceccherini sfiora il vantaggio: la svolta però arriva con l’ingresso in campo di Tonev al posto di Simy al minuto 64. Otto minuti più tardi, infatti, il bulgaro si inventa un gol incredibile: destro forte e precisissimo dalla lunga distanza, traiettoria che non lascia scampo a Fiorillo e Crotone in vantaggio. Al 76’ grandi proteste per il Pescara: Benali chiede un calcio di rigore, l’arbitro non è dello stesso avviso, il calciatore biancazzurro protesta e rimedia due gialli nel giro di un minuto. Per il Crotone quattordici punti nelle ultime sei gare di campionato: un ruolino di marcia da Champions League.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport