Palermo, Zamparini-Baccaglini: c'è il closing. Si chiude entro giugno

Serie A
zamparini_baccaglini_getty

Il proprietario del club rosanero e l'imprenditore italo-americano si sono incontrati e hanno ratificato il loro accordo. "Si prevede che il passaggio di proprietà, dati i ritardi bancari, avverrà entro il 30 giugno"

Accordo raggiunto. Il passaggio delle quote del Palermo calcio da Maurizio Zamparini alla YM&F, la società londinese incaricata dal presidente Paul Baccaglini, avverrà entro il 30 giugno prossimo. Lo rivela con una nota ufficiale sul proprio sito la società rosanera. L’attuale proprietario e l’imprenditore italo-americano si sono incontrati in mattinata e insieme hanno ratificato: "L’accordo in essere da tempo, in quanto con loro soddisfazione sono finiti in maniera positiva i controlli relativi alla due diligence bancaria. Si prevede, pertanto, che il passaggio di proprietà, dato i ritardi bancari, avverrà entro il prossimo 30 giugno".

 

Zamparini indagato: il Palermo: "Atto dovuto"

"Un atto dovuto", così il Palermo Calcio ha poi definito l'indagine della Procura su Maurizio Zamparini per il mancato versamento dell'Iva. Spiegano gli uffici di viale del Fante: alla chiusura annuale della dichiarazione dell'Iva 2014, la società, "essendo in difficoltà di liquido", ha chiesto e ottenuto di rateizzare l'importo di Iva non pagato per 1.884.578 euro e l'Agenzia delle entrate ha concesso la rateizzazione con venti rate da euro 104.320 ciascuna, per un importo complessivo con interessi e sanzione di 2.086.408 euro. Ad oggi, conclude la società, sono state pagate nove rate per un importo di 938.883 euro.
 

SERIE A: SCELTI PER TE