Doppio Aubameyang, Milan-Dortmund 1-3: segna Bacca per i rossoneri

Serie A

Prima amichevole della tournée cinese per il Milan di Vincenzo Montella che perde contro i tedeschi in un match che ha evidenziato ancora i limiti di condizione dei rossoneri. Dortmund in gol con Sahin e doppio Aubameyang (che il club ha blindato). Milan in rete con Bacca. Positivi Musacchio e Calhanoglu

RIVIVI IL LIVE DI MILAN-BORUSSIA DORTMUND

MILAN-BORUSSIA DORTMUND 1-3

16' Sahin (BD), 20' rig. e 62' Aubameyang (BD), 24' Bacca (M)

Un Milan ancora sperimentale perde la prima gara della International Champions Cup in Cina. La squadra di Montella incassa un 3-1 senza troppe repliche da parte del Borussia Dortmund. Tedeschi per due volte in gol, guarda caso, con Aubameyang, oggetto dei desideri rossoneri, ma che dalla Germania danno per blindato dal club che non ha nessuna intenzione di cederlo. Il Milan è sembrato ancora in ritardo, soprattutto nella condizione fisica, ma anche nell'idea di gioco che Montella vorrà dare alla sua squadra. I nuovi innesti devono ancora assimilare i meccanismi, il rendimento dei "vecchi" non pare all'altezza delle big d'Europa. Bonucci, André Silva, Biglia e Conti sono in viaggio verso la Cina, certamente il Milan che ha in mente Montella sarà radicalmente diverso da quello visto in campo a Guangzhou. Note positive sono comunque arrivate da Bacca, da Kessié, da Musacchio e Calhanoglu (questi ultimi due schierati nella ripresa). Ma c'è da lavorare in vista del preliminare di Europa League.

Primo tempo, solo un guizzo di Bacca

Mescola le carte Montella in un primo tempo in cui lascia la porta a Storari e mette in campo tre dei novi acquisti finora aggregati per il tour cinese: Rodriguez, Kessie e Borini. Nel Dortmund tutti gli occhi puntati su Aubameyang possibile rinforzo dei rossoneri. In avanti il Milan schiera Bacca. La squadra di Montella soffre la migliore condizione fisica del Dortmund che pressa alto sulla costruzione bassa del Milan. I rossoneri faticano a costruire gioco e i tedeschi sono costantemente nella metà campo del Milan. La squadra di Montella soffre le iniziative sulla sinistra dove Rodriguez e Bonaventura non riescono a difendere, Dembele va due volte alla conclusione (la prima parata da Storari, la seconda fuori). Il Milan prova a mettere la testa nella metà campo avversaria con Niang che trova un paio di conclusioni sempre sporcate dalla difesa del Dortmund. La squadra di Bosz, tuttavia, è più pimpante e passa in vantaggio grazie a una conclusione dai 18 metri di Sahin. Il Milan va in confusione e subisce ancora l'iniziativa tedesca, Paletta atterra Pulisic: calcio di rigore inequivocabile trasformato da Aubameyang. La squadra di Montella prova a scuotersi e lo fa grazie al solito Bacca, che recupera il pallone, lo protegge e poi d'esterno da fuori area beffa un non propriamente attento Weidenfeller. Accorciate le distanze, i rossoneri prendono un po' più di coraggio anche se è il Dortmund a comandare le operazioni. Aubameyang dimostra di essere giocatore di grande livello e sul finale del prim tempo regala una palla d'oro a Castro che incredibilmente spreca. Prima della fine Borini si costruisce una buona occasione in area tedesca ma con il sinistro manda fuori Si va al riposo sul 2-1 in favore dei tedeschi.

Meglio nella ripresa, bene Musacchio e Calhanoglu

Ripresa nettamente migliore per il Milan, almeno nel suo avvio. Gli innesti di Musacchio (al posto di Paletta) e di Calhanoglu (al posto di Niang), hanno restituito sicurezza alla squadra. Il Milan ha palleggiato meglio, con più qualità e maggiore personalità, ha provato a rimanere con costanza nella trequarti del Dortmund e ha tentato di impensierire Weidenfeller. Un calcio di punizione battuto da Calhanoglu (deviato dalla barriera) è scaturito da una bella azione tra Kessie e Bacca ma proprio nel momento migliore dei rossoneri è arrivato il gol del Dortmund. Contropiede micidiale della squadra di Bosz, coperture preventive errate per la difesa del Milan sfruttate da Castro che ha percorso palla al piede quasi 50 metri prima di servire Aubameyang che per la seconda volta nel match ha battuto Storari. L'ultimo quarto di gara è stato caratterizzato da molte sostituzioni da entrambe le parti e nel finale il Milan ha sfiorato per ben due volte il gol del 2-3 con Antonelli, in entrambe le circostanze servito da un propositivo Calhanoglu. Alla fine, il risultato rispecchia abbastanza i valori espressi in campo e soprattutto la differenza di condizione tra le due squadre. Montella dovrà lavorare per fare di questa squadra un gruppo solido, e sarà aiutato, in questo, anche dagli innesti che stanno per raggiungere il ritiro cinese del Milan.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche