Chelsea, Conte: "Pagata la stanchezza. Mercato? In attacco siam pochi"

Serie A
Conte, allenatore del Chelsea (Foto Getty)

L'allenatore italiano 'giustifica' i suoi dopo il ko con l'Inter: "Abbiamo giocato ogni tre giorni con gli stessi calciatori. In attacco costretto a far giocare Morata e Batshuayi, non ne ho altri..."

Il Chelsea subisce contro l'Inter la seconda sconfitta consecutiva, ma Antonio Conte non ne fa un dramma: "Oggi abbiamo pagato la stanchezza perché abbiamo giocato tre match sempre con gli stessi calciatori - dice l'allenatore italiano -. Abbiamo sempre affrontato grandi squadre. Bisogna soltanto continuare a lavorare, nulla di più. Negli ultimi due anni Mourinho e Ranieri hanno vinto il titolo, poi la stagione dopo sono stati esonerati. Io voglio evitare questo e per farlo bisogna migliorare la squadra. Con i giocatori stiamo cercando di trovare le migliori soluzioni". Conte chiede quindi alla dirigenza altri interventi sul mercato, posizione che ribadisce poco dopo: "Abbiamo la necessità di giocare con Morata e Batshuayi perché al momento non ho altri giocatori". Proprio sull'ultimo acquisto arrivato dal Real Madrid si sofferma infine l'allenatore del Chelsea: "Deve ancora migliorare perché ha appena iniziato a lavorare con noi. Soprattutto fisicamente deve entrare nell’idea di calcio della nostra squadra. Ha solo 5 giorni di allenamento e sta facendo del suo meglio".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche