Amichevoli: Bologna, Samp e Udinese ko. Lazio ok, Crotone-Cagliari 2-2

Serie A
Hoffenheim-Bologna (Ph Twitter @BfcOfficialPage)

Amichevole da dimenticare per il Bologna di Donadoni, battuto 3-0 dall’Hoffenheim. Espulso Torosidis al 30'. Va peggio ai blucerchiati in Galle, superati 4-0 dallo Swansea. Udinese, ko casalingo contro l'Az Alkmaar. La Lazio vince di misura a Malaga, pari tra Crotone e Cagliari. Fatica il Sassuolo con il Pro Piacenza: 1-0

Calcio estivo sì, ma resta ugualmente un pomeriggio da dimenticare per il Bologna di Roberto Donadoni. La formazione rossoblù, infatti, è stata battuta in maniera netta (3-0) e senza mai entrare in partita dai tedeschi dell’Hoffenheim nell’amichevole che si è disputata alla Rhein Neckar Arena di Sinsheim. Un passo indietro rispetto alle precedenti uscite e non solo per quel che riguarda il risultato, per il Bologna infatti quella contro la formazione tedesca è una gara nata male e terminata ancora peggio: dopo pochi minuti, infatti, il nuovo acquisto Falletti è costretto a lasciare il campo per infortunio dopo aver subito un brutto fallo da Gnabry. Hoffenheim che comanda il gioco e passa in vantaggio al 16’ con Kaderabek, tre minuti più tardi arriva il raddoppio di Rupp su disattenzione della difesa rossoblù. Bologna che al 30’ resta anche in dieci dopo l’espulsione di Torosidis per un presunto fallo di reazione su Zuber. E nella ripresa arriva anche il terzo gol messo a segno da Gnabry con una conclusione in diagonale. Per il Bologna un pomeriggio in terra tedesca davvero da cancellare al più presto.

HOFFENHEIM: Baumann; Kaderabek, Geiger (75′ Ochs), Vogt (75′ Kobel), Hubner; Nordtveit, Rupp, Zuber; Uth, Demirbay (75′ Hack), Gnabry (75′ Akpoguma). Allenatore: Nagelsmann.

BOLOGNA: Mirante; Torosidis, Gonzalez, De Maio, Masina (62′ Helander); Poli (70′ Donsah), Pulgar; Di Francesco (57′ Krejci), Falletti (10′ Nagy), Verdi; Destro (57′ Petkovic). Allenatore: Donadoni

MARCATORI: 16′ Kaderabek, 19′ Rupp, 60′ Gnabry

NOTE: 30′ Torosidis per fallo di reazione.

Swansea batte 4-0 una Samp distratta

Si è chiuso con un pesante 4-0 il tour oltremanica della Sampdoria, travolta in Galles dallo Swansea. Blucerchiati irriconoscibili rispetto a quelli scesi in campo appena quattro giorni fa contro il Manchester United e capaci di tener testa agli uomini di Mourinho. Poche le variazioni di Giampaolo rispetto a mercoledi': Tozzo in porta, Alvarez trequartista, Praet arretrato in mediana e Kownacki in attacco con Quagliarella. Samp subito in difficoltà tanto che l'unica occasione della prima frazione è una punizione di Quagliarella direttamente sulla barriera. Più brillante lo Swansea che, dopo aver sfiorato piu' volte il vantaggio, trova il gol al 40' grazie ad un preciso colpo di testa di Fer su assist di Carroll. A inizio secondo tempo Giampaolo inserisce Caprari, Linetty e il neoacquisto Ferrari in difesa ma dopo un minuto Alvarez sbaglia clamorosamente la misura di un retropassaggio segnando nella propria porta. Il doppio vantaggio mette le ali allo Swansea che va ancora in gol due volte: al 19' con Abraham e al 31' con Fernandez che di testa supera senza problemi una difesa immobile.

SWANSEA: Fabianski; Naughton, Fernandez, Mawson, Olsson (dal 36′ s.t. kingsley); Britton (dal 12′ s.t. Roque Mesa), Fer (dal 44′ Fulton), Carrol; Routledge (dal 44′ Rangel), Ayew (dal 40′ s.t. McBurnie), Abraham (dal 23′ s.t. Narsingh). A disp.: Nordfeldt, Mulder, van der Hoorn, Bartley, Kingsley, Grimes. Allenatore: Clement.

SAMPDORIA: Tozzo; Bereszynski (dal 21′ s.t. Sala), Silvestre (dal 36′ s.t. Simic), Regini (dal 1′ s.t. Ferrari), Murru (dal 20′ s.t. Dodô); Barreto (dal 21′ s.t. Verre), Torreira (dal 29′ s.t. Capezzi), Praet (dal 1′ s.t. Linetty); Alvarez; Kownacki (dal 1 s.t. Caprari), Quagliarella (dal 21′ s.t. Bonazzoli). A disp.: Puggioni, Djuricic, Leverbe. Allenatore: Giampaolo.

MARCATORI: p.t. 40′ Fer; s.t. 2′ aut. Alvarez, 19′ Abraham, 31′ Fernandez.

Antipasto di Serie A per Crotone e Cagliari

Finisce 2-2 questo anticipo di Serie A allo stadio Ezio Scida di Crotone. Gli ospiti, da subito aggressivi, conquistano il vantaggio all 22' con un bolide di Artur Ionita che spiazza la porta calabrese. Ma il vantaggio sardo dura pochissimo: dopo dieci minuti Tonev inganna Cragno con un tiro ad affetto che finisce in porta, riaprendo i giochi. Dieci minuti ancora ed arriva un nuovo vantaggio, stavolta a favore del Crotone con Barberis che calcia una punizione impeccabile. Nella ripresa, al 60' Joao Pedro segna il gol del pareggio su calcio di rigore. I sardi cercano in tutti i modi la vittoria nel finale di gara che però non arriva e il match termina 2-2. Ora la squadra di Rastelli dovrà riprendere immediatamente la concentrazione per preparare il test di lusso di lunedì contro i turchi del Fenerbahce.

CROTONE: Cordaz, Faraoni, Ajeti, Cabrera, Martella; Rohden, Izco, Barberis, Nalini; Tonev, Budimir. Allenatore: Davide Nicola.

CAGLIARI: Cragno, Faragò, Andreolli, Pisacane, Capuano; Ionita, Cigarini, Barella; Joao Pedro; Borriello, Farias. Allenatore: Massimo Rastelli.

L'Az Alkmaar espugna il Friuli

Nonostante la sconfitta contro l'Az Alkmaar non sono negativi i segnali che arrivano da questo test. L'Udinese ha giocato una buonissima partita costruendo tante azioni e mostrando interessanti spunti. Da rivedere la fase realizzativa: troppe azioni pericolose nette non concretizzate. Delneri dovrà chiedere più cinismo. Quello che invece hanno dimostrato gli olandesi, andando in gol due volte già nel primo tempo con  Vejinoivic al 31' e Va Overeem al minuto 47. Perica segna solo il gol della bandiera al 10' del secondo tempo.

UDINESE: Scuffet; Widmer, Danilo, Angella, Pezzella; Balic, Fofana; De Paul, Lasagna, Matos; Thereau. A disposizione: Bizzarri, Gasparini, Bajic, Ingelsson, Nuytinck, Perica, Alì Adnan, Bochniewicz, Varesanovic, Garmendia, Ewandro. All. Delneri.

AZ ALKMAAR: Bizot, Svensson, Vlaar, Ouwejan, Jahanbakhsh, Van Overeem, Weghorst, Vejinovic, Til, Stengs, Wuytens. A disposizione: Hatzidiakos, Helmer, Coutinho, Dos Santos, Friday, Koopmeiners. All. Van Der Brom

La Lazio c'è, suo il "Costa del Sol"

La Lazio si aggiudica il trofeo Costa del Sol vincendo per 1-0 alla Rosaleda contro il Malaga. A decidere il match, una rete di Ciro Immobile (sempre a segno nelle sette amichevoli finora disputate dai biancocelesti) siglata al 55' su preciso lancio di Lucas Leiva. Buona anche l'intesa tra il bomber partenopeo e Keita Balde, che nel primo tempo ha colpito anche un palo. Era l'ultima sfida amichevole per la Lazio, da lunedi' i biancocelesti metteranno nel mirino la Juventus in vista della Supercoppa italiana da disputare domenica prossima allo stadio Olimpico di Roma.

MALAGA – Roberto; Rosales, Luis H. (dal 74′ Diego), Baysse, Juankar (dal 74′ Mikel); Kuzmanovic (dal 61′ En-Nesyri), Adrian, Recio; Mula (dal 61′ Keko), Jony, Borja Bastón (dal 61′ Juanpi). Allenatore: Michel.

LAZIO – Strakosha; Wallace, De Vrij (dal 75′ Patric), Radu (dal 36′ Bastos); Marusic (dal 62′ Basta), Parolo (dal 75′ Murgia), Leiva (dal 62′ Luis Alberto), Milinkovic (dal 75′ Di Gennaro), Lulic (dal 62′ Lukaku); Keita 7 (dall’86’ Palombi), Immobile (dall’86’ Lombardi). Allenatore: Inzaghi.

MARCATORE: 55′ Immobile

Il Sassuolo fatica con il Pro Piacenza

Il Sassuolo batte a fatica il Pro Piacenza, formazione di Serie C. L'unico gol porta la firma di Domenico Berardi su calcio di punizione al 42' del primo tempo. Contro l'ex tecnico neroverde Pea, la squadra di Bucchi non ha brillato, nonostante l'impiego della formazione titolare. Meglio il primo tempo, mentre nella ripresa il Sassuolo ha mostrato la fatica e un livello di condizione ancora da perfezionare.

SASSUOLO: Consigli; Lirola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Biondini, Magnanelli, Duncan; Berardi (73′ Ragusa), Falcinelli, Politano. A disp: Pegolo; Antei, Gazzola, Goldaniga, Erlic, Letschert, Mazzitelli, Missiroli, Sensi, Cassata, Pierini, Ricci, Matri. Allenatore: Cristian Bucchi.

PRO PIACENZA: Gori (46’ Bertozzi); Cavagna (83′ Avanzini), Aspas (46’ Barba), Mastroianni (66′ Cesari), Alessandro (54’ Monni), Bazzoffia (61’ Starita), Abbate (61’ Beduschi), La Vigna, Ricci (73′ Belfasti), Messina (73′ Dametti), Belotti. A disp: Anelli, Visieri. Allenatore: Fulvio Pea.

MARCATORE: 42’ Berardi

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche