Milan, doppio sorriso Kalinic: "Io sono sempre pronto. Sul numero..."

Serie A
Kalinic, Milan (Ansa)
kalinic_ansa

Dopo la doppietta che ha deciso la gara con l’Udinese, l’attaccante croato lancia un messaggio a Montella: "Io sono sempre pronto, poi decide l’allenatore chi gioca e chi va in panchina. Numero di maglia? Sono un 9, ho scelto il 7 perché era libero"

Due gol a San Siro, nella prima da titolare nel suo nuovo stadio. Una doppietta che regala al Milan i tre punti contro l’Udinese, permettendo così alla formazione allenata da Vincenzo Montella di rimanere aggrappata al vertice della classifica dove oggi ci sono Inter e Juventus con 12 punti (il Milan è a quota 9). Domenica pomeriggio da ricordare per Nikola Kalinic, con l’attaccante croato che ha commentato così la sua prestazione e il successo dei rossoneri ai microfoni di Sky Sport nell’immediato post gara: "Sono molto felice per la doppietta, devo continuare così, mercoledì c'è un'altra partita e noi le dobbiamo vincere tutte. Le panchine fino ad oggi? Il mister decide chi gioca, io sono sempre pronto, sia se gioco 10 o 90 minuti. Io voglio giocare sempre ma è difficile, ci sono tanti giocatori in rosa. L'importante è che vinciamo le partite", ha ammesso l’attaccante croato. Che poi spiega così la scelta del suo numero di maglia, il 7: "Il mio numero è il nove, ce l'aveva André Silva, il sette era libero e l'ho scelto. Modulo? Oggi giochiamo con due punte, questo mi piace. L'importante è giocare, non bisogna guardare dove", ha affermato Kalinic.

"Sacrificio per la squadra? Dobbiamo tutti fare così"

Due gol, il terzo annullato dal Var e una grande prova di sacrificio per Nikola Kalinic. "La voglia di sacrificarmi per i compagni? Abbiamo una grande squadra, tutti vogliamo vincere, dobbiamo fare così. Sono felice per la vittoria e per questa doppietta, però questo è solo una partita, dobbiamo andare avanti per fare una grande stagione", le parole rilasciate dal croato a Milan TV dopo la gara di San Siro contro l’Udinese. Che poteva essere ancora più ampia nel punteggio, ma proprio a Kalinic è stata negata la gioia della tripletta dopo l’intervento del Var: "Va bene così. Ma io non guardo chi segna, guardo se il Milan vince".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche