Bologna-Inter, Donadoni: "Ci sentiamo derubati nel risultato". GOL

Serie A
L'allenatore del Bologna Donadoni, foto Getty

L'allenatore del Bologna ha analizzato il pari ottenuto dalla sua squadra contro l'Inter, sottolineando il rammarico per non essere riusciti a difendere il gol del vantaggio di Verdi: "Ci sentiamo un po' derubati sul piano del risultato"

Primo mezzo passo falso dell’Inter in questo scoppiettante avvio di campionato, i nerazzurri infatti interrompono al Dall’Ara la serie di quattro vittorie consecutive pareggiando 1-1 con il Bologna. Il vantaggio rossoblu di Simone Verdi dura fino alla mezz’ora del secondo tempo, quando Icardi trasforma il rigore concesso dall’arbitro Di Bello per fallo su Eder. Ottima la prestazione degli uomini di Donadoni, alquanto soddisfatto per la prova della sua squadra al cospetto di una delle formazioni più in forma di questo inizio di stagione.

Parla Donadoni

"Sono contento per i ragazzi, per quello che hanno espresso e per come hanno interpretato la partita con un'avversaria forte come l’Inter e mettendola in difficoltà. Peccato per il risultato finale perché queste sono partite dove è giusto che raccogli i tre punti. Dobbiamo far tesoro di questo e capire che questa è la strada da percorrere con questa volontà, questa intraprendenza e con questo gusto di fare le cose, indipendentemente da quale giocatore vada in campo. I ragazzi sono stati bravissimi sul piano dell'attenzione. C'è stata tanta qualità figlia della consapevolezza necessaria nell'affrontare sfide con l'Inter e le altre squadre forti. Ci sentiamo un po' derubati sul piano del risultato ma questa è la strada giusta. Sono soddisfatto, il rammarico è non aver raccolto i tre punti che meritavamo. Petkovic ha giocato un’ottima partita, non ha iniziato benissimo ma poi piano piano è venuto fuori. Stasera trovare qualcuno che non abbia fatto bene è davvero difficile. Noi abbiamo bisogno di tutti, anche di quelli che oggi non sono entrati, perché anche loro in futuro potranno darci una mano. E’ chiaro che non bisogna retrocedere di un solo passo da quella che è l’intensità che abbiamo messo finora. Questo ci deve dare consapevolezza che il percorso che stiamo cercando di fare è quello giusto, questo non ci deve far pensare che le cose saranno più semplici con le squadre che sembra siano alla nostra portata. Noi dobbiamo avere questa voglia di mettere in mostra le nostre qualità tecniche. Il rigore? E' venuto in maniera ingenua, è giusto accettare e non discutere. E’ importante però che quando queste situazioni accadono a nostro favore vengano valutate allo stesso modo. E’ una situazione difficile, è successo questo e quando capiterà all’opposto spero che venga valutato allo stesso modo. Sfortuna? Non esistono rigori per sfortuna, anche Mbaye viene sbilanciato. Poi uno cade quando la palla va da un'altra parte... Viene sempre il dubbio a parti invertite".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche