Napoli-Cagliari, Rastelli: "Ci hanno mandato fuori giri"

Serie A
Rastelli, Cagliari (Getty)
Rastelli_Cagliari_Getty__1_

L’allenatore della formazione rossoblù commenta così la sconfitta del San Paolo: "Ci hanno mandato fuori giri, quando giocano così è dura per tutti. Peccato aver subito gol alla prima occasione. Un momento negativo ci sta, la salvezza non si decide adesso"

"Il Napoli è talmente bravo e veloce a fare girare la palla che ti manda fuori giri, diventa dura per gli avversari. Dispiace se i ragazzi hanno potuto dare l’impressione di poca cattiveria o aggressività: non è così. Siamo stati in partita nonostante il gol subìto all’inizio, abbiamo mantenuto compattezza e non ci siamo disuniti fino alla fine. Il secondo gol è arrivato su rigore, il terzo su una palla inattiva", parla così Massimo Rastelli dopo la sconfitta del suo Cagliari al San Paolo. "Non è semplice prendere gol pronti-via: sei portato ad alzare il baricentro ma concedi spazio e lì il Napoli va a nozze. Se l'aspetti negli ultimi 30 metri è bravo a trovare soluzioni, se stai più alto e non lo fai coi tempi giusti attacca la profondità e va in porta. Dovevamo essere bravi a mantenere la partita in equilibrio", prosegue l’allenatore della formazione rossoblù.

"Capita un mini periodo negativo in una stagione"

Per il Cagliari momento delicato, quella contro il Napoli infatti è la terza sconfitta consecutiva in campionato: "Sono tre partite che non segniamo ma col Sassuolo avremmo potuto fare quattro-cinque gol. Capita in una stagione un mini periodo nel quale fai fatica a concretizzare; diventa difficile soprattutto contro squadre come il Napoli. Se non tieni la partita in equilibrio, come ti allunghi ti fanno male. La salvezza non la si decide ad ottobre, ma ad aprile o maggio. Il campionato è spezzato in tre tronconi, nel primo ci sono le squadre che lotteranno per il titolo, in quello di mezzo quelle che faranno un torneo tranquillo, nell’ultimo quelle che si giocheranno la salvezza. Il nostro torneo dipenderà dal percorso di continuità. Siamo partiti bene poi abbiamo pagato a caro prezzo una condizione non ottimale, fisica e mentale. Pesano le due sconfitte precedenti, non quella di oggi. Continueremo a lavorare: solo così potremo tornare sul livello di inizio campionato", ha concluso l'allenatore del Cagliari Massimo Rastelli.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche