Cagliari, doppia seduta: Faragò ok, Sau migliora

Serie A

Giornata di doppio allenamento per il Cagliari che prosegue nella preparazione della sfida con il Genoa: buone notizie per Rastelli arrivano dall’infermeria, con Faragò completamente recuperato che si è allenato con il resto dei compagni in gruppo. Vicino al rientro Sau

Una sfida con il Genoa assolutamente da non fallire, in casa Cagliari l’obiettivo è quello di ripartire dopo le tre sconfitte consecutive in campionato contro Sassuolo, Chievo e Napoli. Il gruppo rossoblù si è ritrovato quest’oggi ad Asseminello per una doppia seduta di allenamento in vista del prossimo impegno di campionato. Allenamento al mattino iniziato in palestra con un lavoro sulla forza, poi squadra in campo per esercitazioni di agilità e tecnica, possesso palla su spazi ristretti. Successivamente lavoro per reparti: esercizi di tattica analitica per i difensori; movimenti e soluzioni offensive per centrocampisti e attaccanti, chiamati a finalizzare l’azione. Nel pomeriggio, invece, riscaldamento ed esercitazioni tecniche, lavoro situazionale per allenare la superiorità numerica e partitella finale. Rientrato dagli impegni con la Nazionale Ionita, così come Romagna che ha svolto lavoro di scarico: domani, invece, rientrerà ad Asseminello Senna Miangue. Buon notizie dall’infermeria per Massimo Rastelli: Faragò è tornato nuovamente ad allenarsi in gruppo, mentre Sau ha lavorato parzialmente con il resto squadra. Personalizzato per Cragno, Cossu e Rafael, solo terapie invece per Melchiorri.

Il Dg Passetti: "Cagliari società ambiziosa"

"La nostra è una società ambiziosa. L’obiettivo è mantenerla solida e sana sotto il profilo finanziario, siamo certi che un lavoro serio, sia incrementando il numero dei tifosi lontano dalla Sardegna che investendo sul settore giovanile, ci porterà a risultati importanti. Vogliamo costruire ogni anno una squadra sempre più competitiva", parla così nel corso di un’intervista rilasciata all’Unione Sarda il direttore generale del Cagliari Passetti. Che poi analizza il momento attraversato dalla formazione rossoblù: "Il nostro valore si misura in base ai risultati, ma a Cagliari si creano situazioni surreali quando la squadra perde, perché tutti mettono in discussione l’allenatore. Se è vero che quando si vince, si vince tutti assieme, la regola deve valere anche in caso di insuccesso. Tutti ora dobbiamo dare di più, lo meritano i nostri tifosi. Il Cagliari non può prescindere dai suoi giocatori di maggiore esperienza e qualità. La squadra ha un potenziale ancora inespresso, il lavoro paga sempre", ha concluso il dirigente rossoblù.

I più letti