Cagliari, Rastelli potrebbe restare: nelle prossime ore la decisione definitiva

Serie A

Il presidente Giulini riflette sulla soluzione migliore per risollevare la squadra in questo complicato inizio di stagione. Nel prossimo turno i rossoblù affronteranno la Lazio, a breve la società deciderà se cambiare o dare ancora fiducia all'attuale guida

Contro il Genoa in casa è arrivata una nuova sconfitta per il Cagliari di Massimo Rastelli, un 3-2 che ha mantenuto la posizione del dell'allenatore rossoblù sempre in bilico. Sono adesso quattro le sconfitte consecutive della squadra sarda, che si trova al 13º posto in classifica con sei punti dopo due vittorie e sei sconfitte in questo inizio di campionato. Il prossimo appuntamento vedrà il Cagliari affrontare la super Lazio di Simone Inzaghi reduce dalla vittoria all’Allianz Stadium, nella partita in programma domenica sera all'Olimpico di Roma. Al momento il presidente Tommaso Giulini starebbe però pensando di confermare ancora Rastelli, che nonostante il difficile momento potrebbe così continuare a lavorare con la squadra per preparare la sfida ai biancocelesti.

Serve aspettare ancora

La decisione definitiva però verrà presa soltanto nelle prossime ore: ci saranno presto muovi confronti e nuove riflessioni, con Giulini che sta valutando gli eventuali candidati alla sostituzione e pensando alla soluzione migliore per risollevare una squadra apparsa troppe volte in difficoltà. Rastelli e il suo staff non hanno ancora ricevuto notizie che lascino pensare ad un cambiamento immediato in vista dell'allenamento in programma domani mattina. Il presidente, intanto, ha avuto modo di sentire e parlare con altri allenatori, ma non c'è al momento la sicurezza di un cambio all'orizzonte. Per ora il Cagliari rimane quindi nelle mani di Rastelli che deve pensare soltanto a lavorare per guidare il gruppo fuori dalla crisi di risultati di questo inizio di campionato.

"E’ giusto che la società faccia le valutazioni del caso"

Subito dopo il ko interno contro la formazione di Juric si poteva pensare ad un cambio immediato, tanto che lo stesso Rastelli aveva parlato così della prestazione ma soprattutto del suo futuro: "Un confronto negli spogliatoi con Giulini? Io e il presidente solitamente non parliamo mai al termine delle gare, spesso ci sentiamo il lunedì o il martedì. Rientra tutto nella norma perché è sempre successo così. Poi è giusto che la società faccia le valutazioni del caso. Per quanto riguarda i ragazzi, sono abituato ad analizzare i match e gli errori commessi con loro solo alla ripresa degli allenamenti". 24 ore non sono bastate, la società continua a riflettere per cercare di porre fine alle difficoltà di un gruppo che intende rialzare subito la testa.

I più letti