Sampdoria, il ds Osti: "La squadra è ambiziosa, ma gli obiettivi non vanno sbandierati"

Serie A
Carlo Osti, ds della Sampdoria

Il direttore sportivo blucerchiato sul momento della squadra: "Stiamo facendo bene, vorremmo vincere sempre ma sappiamo che non è possibile. Gli obiettivi non vanno sbandierati, ma raggiunti. La rosa fino a giugno rimarrà la stessa"

La Sampdoria non vuole spezzare la magia. Per farlo ha bisogno di tranquillità e concentrazione, utili a conservare - e magari migliorare - il sesto posto momentaneo in classifica (con una partita da recuperare, contro la Roma ndr). La vittoria contro l’Atalanta ha ulteriormente lanciato i blucerchiati, ora proiettati verso l’Europa. Parola, questa, che però il direttore sportivo del club, Carlo Osti, non vuol sentire pronunciare: “La squadra sta facendo bene - ha raccontato - ma la posizione della Sampdoria la valuteremo di domenica in domenica. L’ambiente è ambizioso, vorremmo vincere tutte le partite ma sappiamo che non è possibile: gli obiettivi non vanno sbandierati, ma raggiunti. Non vedo perché creare ulteriori pressioni, abbiamo già raggiunto un livello medio-alto nel calcio italiano che dati oggettivi ci testimoniano”. Serve continuità: "Se miglioriamo di domenica in domenica, non vedo perché non dovremmo raggiungere traguardi importanti: è naturale. Cerchiamo di raggiungere degli obiettivi sportivi anche facendo crescere dei giovani, che per noi sono fondamentali, così come le strutture”.

"Il gruppo resterà così fino a giugno"

Osti ha poi parlato del mercato, partendo dalle voci che vorrebbero Torreira, uno dei migliori in questa stagione, sotto la lente di ingrandimento dell’Atletico Madrid: “Noi abbiamo detto che questo gruppo resterà così fino a giugno, poi vedremo. Comunque se l’Atletico è interessato a Torreira siamo contenti, perché lui è un grandissimo giocatore e in futuro farà sicuramente parlare di sé”, ha continuato il ds. Chi invece sta vivendo un periodo difficile è David Ivan, finito in Primavera: “Ivan fa parte della rosa – chiarisce Osti - Al di là di com’è andato il mercato, l’abbiamo riportato qui perché è reduce da un’annata sfortunata. Sta recuperando pienamente, l’abbiamo impiegato in Primavera perché vogliamo che si riprenda al 100%, ma lui si allena con la prima squadra. Mi auguro che possa servire a Giampaolo, se ne avrà la necessità”. A proposito dell’allenatore: “Ha avuto sfortuna a non trovare il club giusto in passato, qua ha trovato l’ambiente ideale e i risultati si stanno vedendo”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche