Inter, Spalletti meglio di Mourinho: 26 punti in 10 gare come Gigi Simoni

Serie A
combo_mou_spalletti

I nerazzurri sognano lo Scudetto con il miglior avvio degli ultimi 20 anni (a pari merito con quello di Gigi Simoni nel 1997/98): meglio di Mourinho nell'anno del Triplete, Cuper, Stramaccioni e Roberto Mancini

Inter, una squadra formato "wow". I nerazzurri battono la Samp (3-2 a San Siro) e ottengono la miglior partenza di sempre dopo 10 giornate, a pari merito con l'Inter di Gigi Simoni (1997/98). E con una difesa migliore (7 reti subite contro le 11 dell'epoca). 26 punti come vent'anni fa, quando c'era il Fenomeno Ronaldo e tanti altri campioni. Ora, con Icardi, Candreva e Perisic, i nerazzurri possono sognare lo Scudetto. Il Napoli è a 28 punti, la Juve insegue a 25 seguita dalla Lazio. Roma a 21 e con una partita in meno. Ma Spalletti ha rivoluzionato i nerazzurri, che ora fanno anche meglio di... Mourinho! Come di Mancini e Stramaccioni. Spalletti "on fire".

Spalletti meglio di Mourinho

Questione di numeri: nel 2010, l'anno del Triplete, lo Special One ottenne 25 punti (otto vittorie, un pareggio e una sconfitta). Spalletti, con 26, ha fatto meglio di lui: merito di 2 pareggi e nessun risultato negativo. Esattamente come Gigi Simoni. Nel '98 l'Inter segnò più gol (25 contro 20), ma ne subì di meno (11 contro 7). Roberto Mancini, invece, ha collezionato 24 punti per ben due stagioni (2006/07 e 2007/08, poi concluse con il titolo). Stesso discorso per Stramaccioni, durante l'annata 2012/13: ne vinse 8 perdendone 2. Più staccato Hector Cuper, "fermo" a 23 punti (2002/03). Spalletti "on fire" quindi, quello che Sabatini definì il "dirimpettaio della follia" ha conquistato tutti e sogna lo Scudetto. Con una partenza così...

Spalletti vs Mou, il primo anno

Numeri che parlano chiaro dunque, l’Inter di Spalletti sembra avere una marcia in più rispetto a tutte le altre. Se si confronta in particolare l’attuale stagione della squadra nerazzurra con quella del primo Mourinho (stagione 2008/09, torneo concluso con la conquista dello Scudetto), si nota come siano davvero numerosi i dati a favore dell’ex allenatore della Roma. Se è vero che l’Inter di Spalletti dopo dieci giornate di campionato occupa il secondo posto in classifica proprio come la prima Inter dello Special One, i punti ottenuti dalla squadra guidata dall’allenatore di Certaldo sono 26, ben cinque in più di quelli collezionati dai nerazzurri con il portoghese in panchina. Nessuna sconfitta finora per Spalletti, mentre dopo dieci turni Mourinho era andato una volta ko (nel derby contro il Milan, gol di Ronaldinho). Otto le vittorie complessive e due i pareggi, contro i sei successi e i tre pari della stagione 2008/09. Numeri che si equivalgono in fase difensiva, con sette reti al passivo sia per l’allora portiere nerazzurro Julio Cesar che per l’attuale numero uno Handanovic, con Spalletti sono migliorati anche i numeri sotto porta: 20 i gol messi a segno dalla squadra dell’allenatore italiano contro i 16 realizzati dalla prima Inter di Mourinho.

Tutti i dettagli

Andando ancor più nello specifico, il confronto tra l’Inter di Spalletti e la prima guidata da José Mourinho sorride all’ex romanista. Percorso netto in casa fin qui, con cinque vittorie ottenute in cinque gare disputate (Fiorentina, Spal, Genoa, Milan e Sampdoria) per Icardi e compagni, che a San Siro hanno segnato 12 reti e ne hanno subite 4. Nelle quattro partite interne disputate nelle prime dieci giornate del campionato 2008/09, invece, la prima Inter di Mourinho aveva collezionato tre vittorie (contro Catania, Lecce e Bologna), mentre non era andata oltre il pareggio con il Genoa: 5 i gol fatti davanti al pubblico amico, 2 quelli incassati. Lontano da Milano l’Inter di Spalletti ha giocato cinque volte in questi primi dieci turni e ha ottenuto tre vittorie (contro Roma, Crotone e Benevento) e due pari, contro il Bologna e quello nello scontro diretto contro il Napoli: otto i gol fatti in trasferta, tre quelli subiti. Erano state sei le gare disputate in trasferta dalla prima Inter di Mourinho: tre successi (Torino, Roma e Reggina), due pareggi (Sampdoria e Fiorentina) e la sconfitta nel derby contro il Milan: cinque le reti incassate lontano da San Siro, 11 quelle messe a segno. E’ quest’ultimo l’unico dato favorevole alla prima inter di Mourinho rispetto a quella di Spalletti. Nelle prime dieci giornate ben cinque in totale le gare senza subire gol per la squadra di Spalletti, mentre per quella guidata da Mou nel 2008/09 i clean sheet erano stati soltanto due. L’Inter di Spalletti non è andata in rete in una sola occasione, la trasferta di Napoli, mentre quella dello Special One era rimasta a secco tre volte nelle prime dieci gare. Favorevole a questa Inter anche il dato sul capocannoniere: il miglior marcatore attuale è Mauro Icardi, in gol 11 volte, mentre nel 2008/09 Zlatan Ibrahimovic si era fermato a quota 5 dopo le prime dieci giornate.

 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche