Genoa, Juric: "Strada giusta ma la classifica non deve condizionarci"

Serie A
Ivan Juric, allenatore del Genoa (Foto: Getty Images)

"Taarabt ha appena iniziato ad esprimersi ai suoi livelli dopo anni, Lapadula ha compiuto passi avanti e sta entrando in forma, Bertolacci può fare di più": così l'allenatore rossoblu prima della sfida con la Spal in conferenza stampa

La sconfitta col Napoli non delegittima quanto di buono sta facendo vedere il Genoa. “Penso che è da parecchio che stiamo collezionando prestazioni positive. Dobbiamo continuare su questa strada con l’obiettivo di raccogliere. Credo che la squadra debba rimproverarsi poco nelle gare disputate, certo si poteva ottenere un bottino maggiore. Questa consapevolezza deve darci forza, abbiamo le carte in regola per risalire. Dobbiamo essere solidi mentalmente, giocare il nostro calcio e puntare a fare punti. Le prestazioni dicono che la squadra c’è. Un po’ di stanchezza, più mentale che fisica, ci può essere con questi impegni ravvicinati.” ha detto Ivan Juric in conferenza stampa. L’allenatore ha poi analizzato gli avversari: “La Spal è una squadra ben organizzata, lavora insieme da due anni. Ha un impianto collaudato e migliorato, un’intelaiatura formata dagli stessi giocatori con lo stesso allenatore. E’ un avversario difficile. Si chiudono e ripartono bene, con qualità importanti in avanti e nelle mezzali. Ma tutte le partite sono da non sbagliare, non solo questa”.

L’analisi dei singoli

Juric poi ammonisce i suoi: “La classifica non deve condizionarci. In questo momento voglio dare continuità di scelte a livello di formazione, anche se tutti si stanno allenando bene. Ci saranno opzioni per tutti, ora punto su un’identità chiara. E’ vero che abbiamo realizzato più punti in trasferta, lo è pure che in casa abbiamo incontrato le migliori dimostrandoci comunque competitivi. E’ mancata un pizzico di fortuna. Al di là dei gol abbiamo creato tanto nelle ultime”. Quindi, il focus sui singoli. “Taarabt ha appena iniziato ad esprimersi ai suoi livelli dopo anni, le parole del suo procuratore sono state fuori luogo. Deve fare ancora tanto. Rispetto a Milano Lapadula ha compiuto passi avanti e sta entrando in forma. Omeonga è un giocatore interessante che ha dinamicità. Valuto il recupero di Rosi. So che Bertolacci può dare di più. Si vede che viene da stagioni brutte a causa di qualche infortunio, però sta crescendo e lavorando come un pazzo. Nell’ultimo mese ha alzato il livello delle sue prestazioni” ha concluso l’allenatore.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche