Chievo, Maran: "Accantoniamo il Milan e ripartiamo subito"

Serie A
Rolando Maran, allenatore del Chievo (Getty)
maran_getty

"Accantoniamo il turno infrasettimanale e ripartiamo". Queste le parole dell'allenatore gialloblù in vista della Sampdoria: "Siamo due squadre simili, vogliamo cancellare la sconfitta col Milan. Qui si può fare calcio"

Dopo i 4 gol rimediati contro il Milan, il Chievo vuole rialzarsi. Tornare a vincere. I gialloblù sono una delle squadre rivelazione degli ultimi anni, sempre attenti ai conti e ai giovani talenti: "Qui ci sono le condizioni per fare bene" dice Maran in sala stampa, prima della sfida con la Samp: "Veniamo da un passo falso e vogliamo tornare a fare risultato, accantoniamo il turno infrasettimanale e continuiamo a viaggiare su questa strada". Ecco le parole di Maran.

"Dobbiamo esaltare la squadra"

"Siamo due squadre che interpretiamo la partita allo stesso modo, poi qualcosa di diverso ci sarà, ma siamo entrambi intraprendenti. Noi abbiamo le nostre, incontriamo una squadra con grandi qualità. Meggiorini? A lui manca la partita, scendere in campo. E testare quello che ha fatto. Il fisico sta bene, è allenato, poi la partita è diversa. Deve trovare il campo e riuscire a tornare gli manca soltanto questo. Atleticamente sta bene. Inglese idem, non sarà convocato Stepinski per una botta rimediata mercoledì". Capitolo centrocampo: "Hetemaj è un giocatore importante per noi, ma ne abbiamo vari in quel ruolo. Bisogna avere fiducia in chi giocherà con la Samp, ci sono tanti ragazzi che vogliono mettersi in evidenza". Ancora sul Milan: "Ci sono stati vari problemi, abbiamo fatto diversi errori. Io sono abituato a ruotare i difensori, non ci sono problemi, chi scende in campo sa quello che deve fare. Abbiamo reagito male alle difficoltà, noi ci allenamiamo sempre a grandi ritmi. Ora andiamo avanti dai".  

"Mi piacerebbe una Serie A equilibrata"

Su Castro: "Ha bisogno anche lui che la squadra giri a certi ritmi, così si evidenziano le qualità del singolo. Se giochiamo da squadra allora giocano bene tutti, non abbiamo giocatori che possono vincere la partita da soli. Soltanto giocando insieme possiamo esaltare tutti". Esperienza e continuità: "La gestione degli introiti porterà sempre più ad esserci una netta differenza tra alcune squadre ed altre, non si può essere competitivi come le grandi. Sportivamente un calcio più equilibrato sarebbe più avvincente, ma noi dobbiamo fare i conti con questa realtà e rimboccarci le maniche per allinearci, e fare il meglio possibile". Orgoglio Chievo per  Rolando Maran: "Bisogna mettere in campo le proprie idee, sempre. Ogni allenatore deve farlo, qui ci sono le condizioni giuste per poterlo fare al meglio. Questo sì!".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche