L'Udinese scopre Barak, centrocampista con il vizio dei gol decisivi

Serie A
Barak esulta dopo il gol all'Atalanta (Getty Images)

Sempre titolare dopo la seconda giornata, il 22enne ceco è diventato un punto fermo della squadra di Delneri. Decisivo anche in Nazionale, dove ha messo a segno quattro reti in cinque partite

UDINESE-ATALANTA 2-1

LE PAGELLE DI UDINESE-ATALANTA

In estate è arrivato in punta di piedi dallo Slavia Praga, ma Antonin Barak si sta prendendo piano piano l'Udinese a suon di buone prestazioni. Finora ha realizzato due reti molto importanti, rispettivamente contro Sassuolo e Atalanta, che hanno tolto Delneri da una situazione difficile. Duttile anche dal punto di vista tattico Barak è in grado di giocare sia da trequartista che da mediano. In questa stagione è stato utilizzato principalmente da centrocampista - per sette volte – e posizionato dietro le punte solo in un'occasione. Dopo la prima giornata - passata in panchina - i minuti di Barak sono aumentati notevolmente. Entrato a gara in corso nella seconda giornata con la Spal, il giocatore ceco è diventato uno dei titolarissimi dell'undici di Delneri, saltando solo la sfida con la Juventus. In dieci giornate di campionato ha sommato 689 minuti.

Decisivo anche con la maglia della sua Nazionale

Barak, a soli 22 anni, si può considerare un punto fermo della Repubblica Ceca. Con la maglia della Nazionale ha messo a segno tre gol nelle prime tre uscite. La prima chiamata da parte del suo ct è arrivata solo un anno fa, il 16 novembre del 2016: da allora ha segnato reti decisive come quella che ha permesso alla selezione ceca di sconfiggere l'Azerbaigian per 2-1, in un match valido per le qualificazioni Mondiali di Russia. Purtroppo i suoi gol, ben quattro in cinque presenze, non sono bastati a qualificare la sua Nazionale per la Coppa del Mondo.

I primi passi in Repubblica Ceca

Il trequartista ceco classe 1994 ha mosso i suoi primi passi nel Pribram, formandosi nel settore giovanile e esordendo nella serie B ceca nella stagione 2012-2013, a diciotto anni. Con la maglia del Pribram ha segnato 4 gol in 15 presenze. Poi, dopo una parentesi allo Sellier & Bellot Vlašim, è stato acquistato per 250 mila euro dallo Slavia Praga con cui ha vinto il titolo nel 2016-2017 siglando 9 reti. L'Udinese lo ha preso in prestito per 2,5 milioni di euro: il riscatto è stato fissato a 3 milioni. Nonostante sia alto 1.90 cm per 86 kg, Barak si muove molto bene ed è dotato di una tecnica sopra la media. Un profilo che ha tutte le carte in regola per continuare la tradizione della famiglia Pozzo di scoprire ed esportare campioni, come è avvenuto negli ultimi anni con i vari Sanchez, Cuadrado, Allan e Handanovic.

Primo ⚽️ e 3 punti! Bravo ragazzi💪🏼 Questo è per te mio amore @muzikova.nikola ❤️

Un post condiviso da Antonin Barak (@antoninbarak) in data:

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche