Hellas Verona-Inter, Spalletti: "Miglior inizio della storia? E' un dato di fatto. Ai miei calciatori do un 10"

Serie A
Luciano Spalletti, allenatore dell'Inter (fonte Getty)

L'allenatore nerazzurro dopo il successo di Verona: "E' il miglior inizio della storia? E' un dato di fatto, merito dei miei calciatori. Vinta un'altra partita non facile. Perchè utilizzo sempre gli stessi? La squadra aveva bisogno di certezze. Anche io do i voti, ai miei calciatori do un 10 perchè hanno scritto la storia"

La paura dopo il gol di Pazzini, poi il gol vittoria di Perisic a regalare all'Inter un'altra vittoria importante. I nerazzurri escono con tre punti dal Bentegodi, battendo un Hellas Verona coraggioso e capace anche di rimediare al primo gol di Borja Valero. Luciano Spalletti sorride ancora ed ora è al secondo posto, a -2 dal Napoli. Miglior partenza dell'Inter nella storia. "E' un dato di fatto, ne va dato atto ai nostri calciatori che hanno fatto una grande cosa – ha dichiarato l'allenatore azzurro – La partita non è stata facile, ma siamo riusciti a vincerla passando anche dei momento di difficoltà. Dovremmo riuscire a tenere qualche palla di più, saperla giocarla allo stesso modo dall'inizio alla fine. Poi quando capitano degli episodi, come quello che ha portato all'1-1, subentra un po' di frenesia. C'è quel passaggio tra il riuscirci sempre e il buttarla via, succede che perdi qualche pallone e prendi gol. Sempre la stessa formazione? Non vedo il motivo per cui debba cambiare qualcuno. L'allenatore deve mettere in campo sempre la miglior formazione, i calciatori hanno il compito di allenarsi bene e lavorare. Se avessimo cambiato sempre sarebbe stato meglio? Non credo, bisognava trovare delle certezze. Cerco di parlarci con i miei calciatori, mi sembrano tutti molto stimolati e contenti del lavoro che stiamo facendo".

"Perisic fondamentale, i miei calciatori meritano tutti 10"

"Perisic? Fa dei recuperi di 80 metri in apnea per dare equilibrio o per recuperare palla che per noi sono fondamentali – prosegue – Ma anche Candreva ne ha fatti diversi ed Icardi più volte è rientrato. Qualche volta capita che gestiamo dei palloni in maniera sbagliata, poi c'è da rientrare e rimettersi subito bene. E in questo i miei calciatori sono eccezionali, si chiama gioco di squadra. Poi se qualcuno non se ne accorge poco importa, perchè qualche voto lo do anche io nello spogliatoio. Questa volta i miei calciatori sono entrati nella storia dell'Inter, quindi meritano tutti 10. Comunque, essere, nelle prime 11 partite, la migliore Inter dell'era dei tre punti, come dite voi meglio di Mourinho e Mancini, non mi fa alcun effetto: dobbiamo andare in fondo al tunnel, un tunnel lungo fino a giugno, quindi non si parla di scudetto. Icardi? Anche col Verona ha fatto una grande partita, ma quando lui ha segnato le partite le ha sempre vinte la squadra. Poi c'è chi fa gol e lui ne fa sempre tanti".

Skriniar: "Contenti di aver scritto una pagina di storia dell'Inter"

Per l'Inter è il miglior inizio di campionato da quando la Serie A assegna tre punti per vittoria. Di questo ha parlato anche Milan Skriniar: "Siamo contenti di aver fatto una piccola pagina della storia dell'Inter, ne abbiamo parlato prima di questa partita – ha dichiarato il difensore nerazzurro - Pensiamo una gara alla volta, anche questa era molto difficile. Ma abbiamo vinto ed abbiamo fatto punti, questo è l'importante. Partite come queste sono sempre difficile, ogni squadra che gioca contro Inter vuole fare bene e dà tutto. Ma, come ho detto, questa è stata una vittoria importante. Abbiamo tanti calciatori molto forti, non è importante chi gioca ma il risultato".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche