Sassuolo-Milan, Montella: "Credo al quarto posto. Destinati a crescere"

Serie A
Vincenzo Montella, Milan

L’allenatore rossonero commenta il successo sul Sassuolo: "Abbiamo espresso tutte le nostre qualità, possiamo migliorare ancora, questa è una squadra che è destinata a crescere. Quarto posto ancora possibile? Credo nei miei ragazzi e nel cammino che possiamo fare"

Tre punti per ripartire, un 2-0 sul Sassuolo firmato Romagnoli-Suso che permette al Milan di tornare al successo in campionato dopo il ko del turno precedente contro la Juventus e il pareggio per 0-0 in Europa League dello scorso giovedì con l’AEK Atene. Una vittoria che Vincenzo Montella commenta così ai microfoni di Sky Sport: "Abbiamo fatto una buona partita, espresso tutte le nostre qualità, tante ancora le possiamo migliorare, ci sono momenti in cui ci manca spensieratezza e coraggio, questa squadra ha qualità che deve accrescere e migliorare. Siamo sicuramente un po’ indietro rispetto alla classifica, sia perché gli altri vanno troppo veloce, sia perché abbiamo perso qualche patita di troppo che non avremmo meritato di perdere: saremmo stati ugualmente lontani dalla vetta, ma avremmo avuto sicuramente un po' di fiducia in più. Il cammino comunque è lungo e la squadra è destinata inevitabilmente a crescere e migliorare perché in rosa ci sono giocatori come Bonucci, Biglia e Kalinic che hanno una storia e possono crescere loro e far crescere i più giovani", le parole di Vincenzo Montella.

"Quarto posto? Credo in questa squadra"

L’allenatore del Milan ammette di credere al quarto posto, obiettivo minimo di inizio stagione: "Credo in questa squadra, credo nel nostro cammino e credo che queste cose si possano capovolgere, oggi abbiamo rosicchiato qualcosina. L'importante è non perdere continuità nella crescita. Scontri diretti? Dopo il Napoli abbiamo un cammino alla nostra portata se mettiamo in campo i valori di questa sera, poi ci sono gli scontri diretti del girone di ritorno che possano essere capovolti. All’inizio le aspettative erano alte e c’era tantissimo entusiasmo, abbiamo in rosa dei ragazzi giovani, a volte è opportuno inserirli gradualmente, si tratta di un patrimonio che crescerà, abbiamo costruito una squadra per il presente e per il futuro", le parole di Montella. Che ha poi aggiunto: "Io penso sempre a come intervenire e modificare, non a come cambiare. Delle modifiche comunque ci sono state, anche più di una. La squadra adesso si riconosce un po’ di più ed è destinata a crescere: una squadra con tanta qualità non l’ho mai allenata. Montolivo? Anche oggi ha fatto una grande gara. Credo che possa giocare anche con Biglia come hanno fatto contro la Lazio. Gattuso? E’ un caro amico, è stato messo in mezzo pure lui in questa situazione". Per concludere un augurio alla Nazionale azzurra in vista dello spareggio con la Svezia: "C'è stato un grande avvicinamento al Mondiale, pensiamo positivo, in bocca al lupo, sono convinto che andremo al Mondiale", ha affermato Montella.

Suso: "Ora siamo più tranquilli"

Grande protagonista del successo del Sassuolo è ancora una volta Suso, autore del gol del 2-0 che ha chiuso definitivamente il match. Queste le parole dello spagnolo del Milan nell’immediato post gara: "La gara era importante, dopo il gol abbiamo giocato meglio, più tranquilli e sereni, poi abbiamo fatto il secondo e abbiamo chiuso la partita. Abbiamo fatto una buona partita, conquistando i tre punti e ora siamo tutti un po’ più tranquilli. Sia per il mister sia per noi era un momento delicato, ora ci riposiamo e poi cominciamo a preparare il match contro il Napoli. Io mi sento bene, con il mister ho un rapporto splendido e mi fa piacere mettermi a disposizione della squadra".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche