Inter, Spalletti: "Punto importante, possiamo stare al top. Ma a volte il braccino..."

Serie A
Luciano Spalletti, allenatore dell'Inter (getty)

L'allenatore nerazzurro dopo lo 0-0 dello Stadium: "Sapevo di avere una squadra vera: punto fondamentale ma a volte ci viene il braccino. Abbiamo qualità per stare in alto. Chiellini e Allegri? Ci andrei a cena, ma pagano loro..."

L'Inter resta imbattuta in campionato. I nerazzurri superano anche l'esame Stadium: contro la Juventus finisce 0-0. La squadra di Spalletti, impeccabile in fase difensiva, resta in vetta alla classifica di Serie A, in attesa della sfida di domenica tra Napoli (a -2 punti) e Fiorentina. Così l'allenatore toscano al termine del match: "Sapevo che la squadra è vera - ha ammesso - ci credono fino in fondo, altre volte invece no, come nel secondo tempo di oggi. È un punto importantissimo, abbiamo agito molto bene nel primo tempo: abbiamo fatto girare la palla con qualità, ma quando si doveva arrivare a dover fare le cose con più rabbia e sintesi non abbiamo fatto tutto quello che era nelle nostre potenzialità. Il secondo tempo? Non siamo riusciti a far giocate pulite, loro hanno pressato bene e noi abbiamo sbagliato qualche palla, siamo stati spesso timidi nei passaggi. Erano spesso palloni sbiascicati, poi loro pressano con forza e tutto diventa difficile. Dobbiamo fare in fretta a renderci conto di tutte quelle che sono le nostre possibilità. Potevamo dare una spallata forte, non avevamo niente da perdere. Qui siamo arrivati noi, nessuno ci ha regalato niente. In alcuni momenti siamo andati con il braccino".

"Ce la siamo giocata a Torino, abbiamo qualità per stare in alto. Chiellini..."

Spalletti ha poi parlato dei singoli, a partire da Marcelo Brozovic: "Lo abbiamo trovato poco, non sempre abbiamo trovato il giusto spazio sulla trequarti. Nel secondo tempo abbiamo concesso qualche fallo che può diventare pericoloso perchè loro sanno essere pericolosi, per questo poi ho messo Gagliardini". E ancora: "Ci aspettavamo qualcosa in più dai giocatori offensivi come Perisic e Candreva. È chiaro che ci avevano abituato a qualcosa di diverso, stasera nel primo tempo e nel secondo hanno fatto comunque dei rientri difensivi importanti. Quando si riprende palla però bisogna portare il pallone su per far rifiatare la squadra. Ci è mancato qualcosa ma è un punto importante, possiamo renderci conto che siamo venuti a Torino a giocarcela alla pari perché abbiamo qualità importanti che vanno esibite sempre per lottare per l'alta classifica. Uscirei volentieri a cena con Chiellini e Allegri, però pagano loro...", ha concluso scherzando.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche