Bologna, Donadoni: "Può essere la nostra partita. Mi aspetto che il Milan voglia reagire in modo importante"

Serie A

Queste le parole dell'allenatore rossoblù in vista dell'importante di San Siro contro il Milan: "E’ un momento particolare per loro, hanno perso in Coppa ma con pochissimi titolari in campo. Le difficoltà del Milan che non segna in casa da settembre sono ben note".

Sarà partita vera. Una lotta per riemergere, andare oltre: sì, tutti i fari saranno puntati sul Milan. I rossoneri di Gattuso sono pronti ad affrontare il Bologna di Donadoni. Ecco le parole dell'allenatore rossobù alla vigilia del match di San Siro: "E’ un momento particolare per loro, hanno perso in Coppa ma con pochissimi titolari in campo. Le difficoltà del Milan che non segna in casa da settembre sono ben note. Ci si aspettava molto di più, ma hanno tanti giocatori di qualità". E poi un commento su Gattuso e la situazione del Milan: "Quello che succede ora è colpa dei giocatori, non può essere colpa dell’allenatore dato che è appena arrivato. Dipenderà molto da noi, da che tipo di impatto avremo sulla partita. Pensiamo a noi, a correre e ad essere intraprendenti e decisi. Allora potrebbe nascere una partita interessante per il Bologna. Il giorno in cui non penseremo più al rivale di turno, ma a quanto possiamo esprimere noi, sarà quello della svolta. E’ ora di essere competitivi contro le grandi squadre. Lo siamo già stati ma non è arrivato il risultato: bisogna fare questo passo in più". Su Suso, quella che Donadoni considera la stella del Milan: "Rientra nella categoria dei giocatori che fanno la differenza, su di loro bisogna difendere in un certo modo, anche con marcature preventive":

La carica di Gattuso

"Mi aspetto rabbia, voglia, sappiamo dell'importanza della partita. Nel calcio ci stanno i momenti di difficoltà, voglio vedere che al primo schiaffo non ci abbattiamo e che riusciamo a reagire con veemenza e forza. La sfida di domani? C'è grandissimo rispetto nei confronti di Donadoni, è un allenatore che quando c'è da dire qualcosa lo dice in faccia, è un allenatore preparato. Il Bologna è difficile da affrontare, dobbiamo stare attenti sulle palle inattive e a campo aperto. Dobbiamo fare la partita, è una squadra che in transizione può far male", le parole di Gattuso.

Si torna alla difesa a quattro

"E' il segreto di pulcinella. La società è presente nei miei confronti. C'è un confronto a 360°, bisogna valutare anche le prestazioni che si fanno. La sensazione è che con la difesa a tre i meccanismi non sono perfetti. Ci vuole un po' di tempo, qualcosa dobbiamo cambiare. Sulla condizione non voglio offendere nessuno, c'è grande rispetto per Montella e il suo staff, ma per giocare in un certo modo bisogna avere una gamba importante, saper scivolare in modo corretto. Tante volte stiamo in tre difensori contro un attaccante, questo non possiamo permettercelo", ha aggiunto l'allenatore del Milan.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche