Roma, Dzeko e Schick non giocheranno insieme contro la Juventus

Serie A

Dzeko e Schick non giocheranno insieme contro la Juventus nel prossimo turno di Serie A. La prima partita giocata da entrambi da titolari contro il Cagliari non ha convinto Di Francesco. E questo è un campionato che non concede tempo per gli esprimenti

CLICCA QUI PER RISULTATI E CLASSIFICA DI SERIE A

Dzeko e Schick. Schick e Dzeko. Da una parte c’è il capocannoniere dell’ultimo campionato di Serie A. Dall’altra l’acquisto più costoso della storia della Roma. Uno che dal piedistallo ha scalzato anche un mostro come Gabriel Omar Batistuta. Gli unici problemi quali sono? Il ruolo, e il modulo. Già, perché il ruolo è lo stesso. Dzeko e Schick sono due attaccanti, veri. Quelli che vivono soltanto per il gol. Ma soprattutto perché il modulo di Eusebio Di Francesco, quello che ha portato la squadra a fare 38 punti (con anche una partita in meno), è il 4-3-3. Vero, c’è anche una partita in meno per la Roma. Che vincendola significherebbe secondo posto, a pari merito con la Juve, a una lunghezza del Napoli. Perché allora scombinare i piani tattici di una squadra che sembra già collaudata?
 

È un campionato eccezionale quello di quest’anno, con una classifica cortissima ai piani alti e tante squadre in pochi punti. Per distacco il più bello degli ultimi anni, e la domanda - l’ennesima - sorge spontanea: c’è veramente del tempo a disposizione per degli esperimenti? L’esperimento, ovviamente, sono Dzeko e Schick in campo contemporaneamente, ovvio. Come ieri contro il Cagliari, per la prima volta in tutta la stagione. Il bosniaco di punta, come al solito, e Schick più largo, sebbene per natura poco adatto ai movimenti da esterno. Guardando le statistiche della stagione, Dzeko in campo c’è stato praticamente sempre. L’attaccante ceco invece molto di meno, complici quei guai fisici che hanno reso la sua estate una sorta di telenovela. La prima partita da titolare l’ha fatta contro il Chievo (due turni fa), e quella volta in panchina c’era Dzeko. Ieri dunque il primo vero banco di prova da compagni, con la vittoria che è arrivata all’ultimo respiro col gol di Fazio. Non è però un caso che i numeri della prima partita giocata insieme dai due siano impietosi. Zero tiri dentro lo specchio della porta avversaria. Dzeko e Schick devono imparare a conoscersi, capirsi, integrarsi e soprattutto abituarsi a togliere qualcosa alle precedenti abitudini personali. Insomma, fare entrambi il bene della Roma, senza calpestarsi i piedi a vicenda.
 

La questione non è di semplice soluzione, e Di Francesco dovrà mettere tutta la sua mentalità in questo progetto. Da quando è arrivato, l’ex allenatore del Sassuolo non ha guardato in faccia nessuno, pensa solo agli obiettivi, il risultato prima di qualsiasi altra cosa. Questo cosa vuol dire? Che Dzeko e Schick giocheranno ancora insieme, certo, ma non sempre. Lo faranno soprattutto con squadre molto chiuse e in pezzi di partita dove l'allenatore riproporrà il sistema 4-2-4 visto nel finale contro il Cagliari, con Schick leggermente dietro a Dzeko e non da esterno. Questo porta tutti i ragionamenti alla sfida contro la Juventus del 23 dicembre. La prossima partita in campionato, quella che può anche valere - Napoli e Inter permettendo - la testa della classifica. No, i due non giocheranno insieme. E Torino la Roma ci andrà con un solo centravanti e due esterni, puri.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche