Napoli-Verona 2-0, decidono Koulibaly e Callejon nel secondo tempo. Gol e highlights

Serie A

Gli azzurri ripartono dopo la sconfitta in Coppa Italia e si confermano in vetta alla classifica grazie al 2-0 sul Verona, firmato dalle reti nel secondo tempo di Koulibaly e Callejon. Lo spagnolo torna al gol dopo più di due mesi, allontanato Pecchia per proteste

CLICCA QUI PER LA CRONACA DI NAPOLI-VERONA

SERIE A, CLASSIFICA E RISULTATI

Napoli-Verona 2-0

66' Koulibaly (N), 78' Callejon (N)

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol (85'Maksimovic), Koulibaliy, Mario Rui; Allan, Jorginho, Hamsik (77' Zielinski); Callejon, Mertens, Insigne (87' Rog). All.Sarri

Verona (4-4-2): Nicolas; Ferrari, Caracciolo, Heurtaux, Caceres; Romulo, Buchel, Bessa (77' Calvano), Fares; Kean (58'Pazzini), Verde (82' Felicioli). All.Pecchia

Ammoniti: Bessa, Romulo, Caceres, Ferrari.

Il Napoli inizia il girone di ritorno nello stesso modo con cui aveva chiuso quello d’andata: vincendo. Questa volta la vittima sacrificale è il Verona di Pecchia, molto volenteroso ma mai in grado di mettere in difficoltà la capolista, salita a +4 in attesa del posticipo della Juventus a Cagliari. I ragazzi di Sarri creano tanto già nel primo tempo, ma un po’ di imprecisione e di sfortuna lasciano il punteggio invariato alla fine dei primi 45 minuti. Nella seconda frazione di gioco Insigne si mangia l’ennesima occasione di giornata, poi però ci pensa Koulibaly a scacciare via le paure con il gol del vantaggio. Nel finale c’è gioia anche per Callejon che ritorna al gol dopo oltre due mesi.

 

 

 

 

 

 

 

Primo tempo

Nessuna sorpresa nelle due formazioni, con il Napoli che parte con il piede sull’acceleratore mettendo subito pressione al Verona. Il tentativo iniziale è di Insigne che non riesce ad angolare la conclusione. La prima vera occasione capita però dopo il quarto d’ora sul destro di Mertens che non approfitta al massimo di un’uscita a vuoto a Nicolas colpendo il palo. Passano 30 secondi e lo stesso belga ci riprova con la punta, trovando questa volta l’attenta risposta del portiere dell’Hellas. Gli ospiti hanno un buon ritmo in campo e provano a far male in contropiede, sfruttando la velocità di Verde e Kean, ma la manovra si interrompe nella maggior parte dei casi negli ultimi 20 metri, rendendo inoperoso Reina. In casa Napoli invece prova a salire in cattedra Insigne che, con una pregevole giocata individuale, si costruisce l’occasione non trovando da fuori l’area l’angolino per questione di centimetri. Sempre l’attaccante azzurro protagonista dopo la mezz’ora quando sciupa una clamorosa opportunità all’interno dell’area di rigore: l’azione si sviluppa sull’asse Albiol-Mertens-Callejon, sul cross di quest’ultimo arriva il geniale colpo di tacco di Allan a servire Insigne che tira di prima e spara altissimo sulla traversa. Nella parte finale di primo tempo la squadra di Pecchia si riorganizza e concede poco o nulla agli azzurri, non rinunciando neanche ad attaccare. Prima dello scadere è Allan ad avere la chance del vantaggio, ma il brasiliano colpisce male il pallone da ottima posizione e conclude ampiamente a lato.

Secondo tempo

La ripresa comincia, come prevedibile, con un Napoli ancora più propositivo. Il più pericoloso è sempre Insigne che prova a beffare Nicolas con il destro al volo, sventato in angolo dal portiere gialloblù. Il numero 24 prova così a vestirsi da uomo assist per l’accorrente Hamsik, ma il colpo di testa del capitano pecca di potenza. Ancora di testa arriva l’ennesima occasione della partita di Insigne che, a pochi metri dalla porta, colpisce il secondo palo di giornata. Il pubblico del San Paolo sente nell’aria l’odoro del gol e può finalmente esplodere al 66’. Sul calcio d’angolo di Mertens, Nicolas sbaglia ancora l’uscita e Koulibaly di testa insacca, realizzando il 4° gol in campionato. Pecchia e tutto il Verona protestano per una leggerissima spinta del difensore su Caracciolo, con l’arbitro Abisso che si vede costretto ad allontanare l’allenatore. Il vantaggio mette in discesa la gara per gli azzurri e a 12 minuti dal termine arriva anche il gol della sicurezza: Insigne pennella un cross sul secondo palo che Callejon trasforma in oro, interrompendo un digiuno che durava dal 29 ottobre. La squadra di Sarri ha un attimo di distrazione e rischia di rimettere in partita l’Hellas, ma Reina in qualche modo neutralizza il destro di Pazzini, subentrato al giovane Kean. Nel finale Jorginho sfiora il gol dell’ex, ma il Napoli può comunque esultare per la quarta vittoria consecutiva in campionato che contribuisce anche a cancellare la delusione di Coppa Italia.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.