Napoli, riecco Mertens: "Finalmente i gol. Juventus? Nessuna pressione"

Serie A
Dries Mertens, attaccante del Napoli (getty)

L'attaccante belga felice della doppietta al Bologna: "Bravi a ribaltarla, ma non si può iniziare così. Cosa è cambiato? Assolutamente niente, ora riesco a rifinire le azioni...". Sulle gare in anticipo della Juventus: "Nessuno ci pensa, giocare prima o dopo non cambia nulla"

SERIE A, RISULTATI E CLASSIFICA

Due partite, tre gol: Dries Mertens è di nuovo super. Dopo aver trascorso circa due mesi a secco, il belga ha dimostrato di essere ritornato ai suoi livelli, ribaltando il Bologna con una super doppietta, arrivata a una settimana dal gol decisivo siglato a Bergamo contro l’Atalanta. Al termine del match contro i rossoblu, lo stesso attaccante azzurro ha parlato così a Sky Sport: “Inizio difficile di partita? Queste sono partite che non si può iniziare così - ha ammesso - Non riesci sempre a cambiare la partita perché loro hanno una squadra che sta bene, con giocatori tecnici. Oggi abbiamo preso l’1-0, però per fortuna abbiamo reagito bene e abbiamo fatto subito gol”. Un inizio di partita che potrebbe essere frutto della grande pressione che sta mettendo la Juventus, sempre più decisa a tenere sotto scacco la squadra di Sarri, avendo anche il vantaggio di poter giocare in anticipo. Mertens, però, non è d’accordo: “Per me personalmente non è così, perché la partita si deve giocare. O prima o dopo, per me non cambia tanto. Oggi secondo me nessuno in squadra aveva questo in testa”.

"Scudetto? Stiamo facendo di tutto per arrivarci"

Sesta partita che il Napoli è capace di ribaltare. Un risultato importante, il 3-1 contro il Bologna, utile soprattutto a mantenere la vetta della classifica: “Se è un segnale? Vediamo - ha continuato l’attaccante belga - bisogna continuare così, partita dopo partita. E come dico sempre noi stiamo lavorando tutti i giorni e stiamo facendo di tutto per provare ad arrivare fino alla fine, poi vedremo cosa succederà”. Tre gol nelle ultime due partite per Mertens, che sembra rinato rispetto a qualche settimana fa: “Non è cambiato nulla: prima facevo l’ultimo passaggio e adesso faccio io i gol. Il nostro gioco è fare andare la palla veloce e oggi c’ero io alla fine”, ha concluso.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.