Verona Roma 0-1, gol e highlights: decide Ünder al 1'. L'Inter è nel mirino

Serie A
La curva del Bentegodi (foto getty)

Un gol dopo 43'' del turco (alla sua prima rete in campionato) ha deciso il lunchtime match della 23^ giornata. Giallorossi in 10 dal 51' dopo il rosso diretto a Lorenzo Pellegrini. La squadra di Di Francesco torna a vincere dopo 50 giorni: l'Inter di Spalletti quarta è distante un solo punto

CLICCA QUI PER RIVIVERE VERONA-ROMA

SERIE A, RISULTATI E CLASSIFICHE

LE PAGELLE

VERONA-ROMA 0-1

1' Ünder

Verona (4-4-2): Nicolas; Ferrari, Caracciolo, Vukovic, Fares; Romulo, Buchel (89' Souprayen), Valoti (68' Calvano), Aarons (71' Lee); Petkovic, Matos

Roma (4-2-3-1): Alisson; Florenzi, Manolas, Juan Jesus, Kolarov; Pellegrini, Strootman; Under (70' Gerson), Nainggolan, El Shaarawy (78' Perotti); Dzeko (89' Defrel)

Ammoniti: Caracciolo (V), Fares (V), Buchel (V), Nainggolan (R)

Espulso: Pellegrini (R) al 51'

Allontanato Pecchia (V) al 49'

L’Inter, avversaria per la zona Champions non si sblocca? La Roma sì. Nel giorno in cui Eusebio Di Francesco decide di schierare il sistema di gioco spallettiano, 4-2-3-1 con Nainggolan molto più vicino a Dzeko, i giallorossi tornano alla vittoria al Bentegodi battendo il Verona 1-0. Cinquanta giorni dopo l'ultima vittoria (1-0 al Cagliari), un'altro successo di misura. Decide il primo gol in Italia di Cengiz Ünder arrivato dopo 43 secondi: la quinta rete più veloce di questa stagione e quella più veloce della Roma dal gennaio 2012, quando Francesco Totti segnò al Cesena dopo 30 secondi. I giallorossi portano a casa tre punti importantissimi, guadagnandone due all’Inter di Spalletti, fermata in casa dal Crotone nel posticipo di sabato. Il quarto posto che vale la qualificazione in Champions League ora è "lontano" solo un punto. Il successo in Veneto per la squadra di Di Francesco vale tanto se consideriamo l'espulsione al 51' di Lorenzo Pellegrini, per un fallo su Matos. Nonostante l'inferiorità numerica, sono riusciti a controllare il risultato respingendo le ripartenze del Verona, andando anzi vicini al raddoppio. La Roma sale a 44 punti in classifica. I ragazzi di Pecchia, allontanato al 49' dall’arbitro Fabbri per proteste, restano a 16.

Le scelte

Roma col 4-2-3-1 che aveva funzionato così bene con Luciano Spalletti. Davanti alla certezza Alisson tra i pali, Florenzi e Kolarov sulle fasce. Centrali di difesa Manolas e Fazio. Nel centrocampo a due Strootman e Pellegrini. Nella linea delle tre mezzepunte Ünder, Nainggolan ed El Shaarawy; davanti il solo Edin Dzeko, voglioso di riscatto dopo la mancata chiusura della trattativa che avrebbe potuto portarlo al Chelsea. Il Verona, galvanizzato dalla larghissima vittoria per 4-1 al Franchi contro la Fiorentina, cambia un solo uomo. Nel 4-4-2, con Moise Kean squalificato, c’è l’esordio dal 1’ del neo acquisto Aarons, l’ormai ex esterno del Newcastle, arrivato nell’ultima finestra di mercato. Nei quattro di difesa davanti a Nicolas ci sono Ferrari a destra, Fares a sinistra. Caracciolo e Vukovic al centro. Romulo esterno destro di centrocampo, Aarons a sinistra con Valoti e Buchel. In avanti Matos e Petkovic.
 

Ünder, gol lampo

La partita per la Roma si mette subito in discesa. Ci pensa, alla sua 15^ presenza in campionato, il giovane turco Ünder dopo 43’’. Il dato testimonia comunque una reazione fortissima della squadra di Di Francesco, entrata in campo con il giusto approccio dopo la crisi e le critiche per una vittoria che non arrivava dal 16 dicembre scorso. Con il nuovo modulo, la Roma gioca bene e mostra una fortissima presenza in fase offensiva tanto da arrivare anche a un passo dal raddoppio. Al 6’, servito da Ünder ci prova Dzeko: la sua girata col destro finisce alta sulla traversa. Al 15’ ancora il bosniaco: stavolta anticipa Ferrari e colpisce di testa su cross ancora del turco. Nicolas si supera. Il Verona prova a reagire e lo fa soprattutto in contropiede. Al 17’ Matos, servito in verticale entra in area e scarica col sinistro sul primo palo. Alisson però blocca. La Roma va vicina al raddoppio ancora con Dzeko al 20’, Nainggolan al 31’, El Shaarawy al 40’. A riposo si va sullo 0-1.
 

Pellegrini espulso al 51'

L’episodio che segna la ripresa è senz’altro il fallo di Lorenzo Pellegrini su Matos al 51’. L’arbitro Fabbri opta per il rosso diretto e la Roma resta in dieci uomini. Nonostante tutto, i giallorossi riescono a controllare al meglio il ritorno del Verona non regalando grosse occasioni da rete. Dzeko e compagni mantengono il pallino del gioco, la squadra di Pecchia (allontanato a inizio ripresa per proteste) va avanti a fiammate. Al 55’ ci prova Petkovic, ma il suo tiro finisce alto. Al 62’ anche Ferrari: lo stesso esito. Il Verona ci prova, ma sbatte contro Alisson. In pieno recupero Strootman va a un passo dal raddoppio. La partita, alla fine, finisce così: 0-1. La Roma può ripartire e, almeno per oggi, acquisire un’ampia boccata di “morale”. Alla prossima contro il Benevento si penserà da domani: non ci saranno Nainggolan (ammonito, era in diffida) e proprio Pellegrini.
 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.