Serie A, Fiorentina-Juventus. Pioli: "Tocco di Alex Sandro volontario, era rigore"

Serie A
Pioli, Fiorentina (Getty)

L'allenatore della formazione viola sul penalty prima assegnato alla sua squadra e poi revocato: "Il tocco di Alex Sandro non può essere involontario, era calcio di rigore. Gara decisa dagli episodi, la Juventus è stata più brava nei dettagli"

Tanta delusione per una sconfitta che lascia l'amaro in bocca: Juventus che passa al Franchi anche grazie alla rete dell'ex Bernardeschi (di Higuain l'altro gol). Un ko che l'allenatore della Fiorentina Stefano Pioli commenta così a fine gara, soffermandosi sul rigore prima assegnato alla sua squadra e poi revocato dal Var per un fuorigioco a inizio azione: "A Guida nell'intervallo, quando tornavamo in campo, ho chiesto il perchè della decisione, mi ha detto del fuorigioco di Benassi e che la deviazione di Alex Sandro era involontaria. Non avevo visto dalla panchina, dopo ho visto il doppio tocco e non può essere involontario. Sono passati quattro minuti, doveva andare a vedere. Un tocco ci sta che sia involontario, due no. Ho chiesto questo, per loro era evidente, ma se c'è il VAR guarda e accetto", il commento dell'allenatore delle Fiorentina.

"Fatto la gara giusta. Partita decisa dagli episodi"

Stefano Pioli analizza poi il match perso con la Juventus: "Dobbiamo trovare motivazioni, il campionato non può finire stasera. Abbiamo due punti in meno, ma abbiamo qualità per fare bene. Abbiamo fatto la gara giusta contro la Juventus, concedendo poco a un avversario molto forte. Non siamo stati bravi e fortunati nelle giocate, il palo di Gil Dias ma anche altre situazioni non gestite bene. Bastava un episodio, anche il rigore revocato poteva esserlo, c'era molto equilibrio. Alla prima situazione realmente pericolosa abbiamo concesso troppo spazio al tiro di Bernardeschi, la barriera non era ben posizionata. Buffon poi è stato bravo su Thereau, ma potevamo far meglio", ha commentato l'allenatore viola.

"La Juventus è stata più brava nei dettagli"

L'allenatore della Fiorentina poi lancia un messaggio alla sua squadra: "Ci manca un po' di esperienza, nel caso del gol di Bernardeschi dovevamo difendere meglio sul duello aereo vinto da Lichtsteiner. Con avversari del genere i dettagli fanno la differenza. Dispiace che nelle ultime partite sia arrivato qualche passo falso, abbiamo i valori per essere competitivi ogni gara. Sul gol di Bernardeschi abbiamo concesso troppo spazio, posizionando male la barriera. La Juventus è stata più brava dei dettagli, in partite così difficili i dettagli fanno la differenza", ha concluso Pioli.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.