Atalanta, allenamento a gruppi verso l’Udinese

Serie A
Gian Piero Gasperini, Atalanta (Getty)
gasperini_atalanta_getty

Gasperini ha diretto una seduta lavorando con la squadra divisa in due: carichi ridotti per chi è rimasto a Bergamo ad allenarsi durante la sosta; esercizi in palestra, tecnica, tattica e partitelle su campo ridotto per tutti gli altri

AGGIORNAMENTI SULLE PROBABILI FORMAZIONI SKY

La partita contro l’Udinese è sempre più vicina, l’Atalanta di Gian Piero Gasperini vuole riprendere il suo cammino là dove lo aveva lasciato prima della sosta. L’obiettivo della formazione nerazzurra resta quello di tornare in Europa e provare così quanto fatto nei mesi scorsi. Fondamentale sarà dunque trovare una vittoria anche nel prossimo impegno, in programma in casa sabato prossimo alle 15. L’allenatore Gian Piero Gasperini (insieme al suo staff tecnico) oggi ha diretto una seduta al centro Bortolotti di Zingonia, “lavorando con la squadra divisa in due gruppi” come si legge sul sito ufficiale della società. Carichi ridotti per chi è rimasto a Bergamo ad allenarsi durante la sosta e non ha così risposto alla chiamata della sua Nazionale; esercizi in palestra, tecnica, tattica e partitelle su campo ridotto per tutti gli altri. La squadra si ritroverà in campo anche domani per continuare il suo avvicinamento alla sfida contro il bianconeri. Sempre a Zingonia è stata infatti fissato l’allenamento di rifinitura a porte chiuse. Da valutare ci saranno le condizioni di Leonardo Spinazzola, fermato nuovamente da un infortunio durante l’avventura con la maglia della nazionale italiana. Si tratta del terzo stop in questa stagione per l’esterno, questa volta a impedirgli di partire per Wembley con il gruppo di Di Biagio è stato un fastidio al ginocchio destro che ha indotto i medici dello staff sanitario della Nazionale a rispedirlo a casa. Da capire quando Spinazzola potrà tornare in campo, a disposizione di Gasperini.

Quella di oggi è stata inoltre una giornata di ricordo in seguito alla scomparsa di Emiliano Mondonico. L’allenatore che ha reso grande il club nerazzurro si è spento nelle scorse ore e con questa nota l’Atalanta ha voluto ricordarlo sul proprio sito ufficiale: "Atalanta in lutto. È scomparso Emiliano Mondonico. Il Presidente Antonio Percassi e tutta la famiglia Atalanta con grande commozione sono vicini alla moglie Carla, alle figlie Francesca e Clara, ai familiari tutti, e partecipano al loro profondo dolore. Emiliano Mondonico ha indossato la maglia nerazzurra prima da giocatore e quindi da allenatore scrivendo alcune delle pagine più importanti della storia dell’Atalanta. Guidò l’Atalanta dalla panchina per la prima volta nella stagione 1987-88 in Serie B. Quella fu una stagione incredibile visto che la squadra non solo ottenne immediatamente la promozione nella massima serie, ma fu protagonista dell’esaltante cavalcata in Coppa delle Coppe dove arrivò a disputare la semifinale contro il Mechelen. Nelle due successive stagioni ottenne un sesto (1988-’89) e un settimo posto (1989-’90) in Serie A con relativa qualificazione alla Coppa Uefa. Ritornò ad allenare l’Atalanta dal 1994 al 1998 con un’altra promozione in Serie A e la conquista della finale di Coppa Italia. In momenti come questo si fa sempre tanta fatica a trovare le parole, forse perché non ce ne sono. Se n’è andato un pezzo importante di storia atalantina, ma mai potrà essere dimenticato. Ciao mister, ciao 'Mondo'…".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.