Fiorentina, Pioli: "Vogliamo andare oltre i nostri limiti. La Roma sarà motivata, noi pronti"

Serie A
pioli_fiorentina_twitter

Reduce da cinque vittorie consecutive in campionato, la squadra viola è pronta ad affrontare la Roma all’Olimpico nel prossimo turno. Le parole di Stefano Pioli in conferenza stampa

ROMA-FIORENTINA, LE PROBABILI FORMAZIONI
SERIE A, CALENDARIO E ORARI DELLA 31^ GIORNATA

Dare seguito ad un momento straordinario in campo e provare a superare ogni ostacolo. Obiettivi chiarissimi per la Fiorentina, che dopo le ultime cinque vittorie consecutive in campionato vuole continuare ad inseguire un piazzamento nelle zone europee della classifica. Trasferta impegnativa per i viola, che nel prossimo turno saranno impegnati all’Olimpico contro la Roma, reduce dal pesante ko in Champions League con il Barcellona. Gara da affrontare con il giusto piglio secondo Stefano Pioli, che ha presentato in conferenza stampa il match contro i giallorossi. "In questo momento attraversiamo un periodo positivo – ha detto l’allenatore della Fiorentina -, siamo in buone condizioni e stiamo ottenendo prestazioni e risultati. Siamo consapevoli che affronteremo un avversario forte, loro hanno tante soluzioni ma allo stesso tempo potrebbero concederci tanto in fase di attacco. Dopo la gara del Camp Nou troveremo una squadra forte e sicuramente motivata, perché il 4-1 non rende giustizia alla prestazione che i giallorossi hanno messo in campo a Barcellona. Se giocheranno le prime scelte o le riserve cambia poco, noi in trasferta di recente abbiamo mostrato grande personalità. Di sicuro dobbiamo approcciarci alla partita con la voglia di dare il massimo".

Oltre ogni limite. Il contratto? Non è una priorità

Nessuna voglia di fermarsi dunque, la Fiorentina vuole continuare a correre ancora: "In questo momento della mia carriera – ha spiegato Pioli - voglio allenare per divertirmi e voglio guidare un gruppo di giocatori che vuole sempre andare al di là dei propri limiti. Per questo la mia squadra attuale mi piace moltissimo. Su alcuni giocatori ho dei dubbi perché sto cambiando sempre idea in positivo. E mi pongo come obiettivo quello di migliorare la voglia di scendere in campo dei miei giocatori. L’anno prossimo, poi, proveremo a migliorare il piazzamento in classifica che otterremo quest’anno. Il mio rinnovo? Al momento non ho avuto alcun segnale in questo senso, ma questa per me non è una priorità. Penso solo a finire bene questo campionato, inoltre ho ancora un altro anno di contratto. Quello che mi aspetto dalla società è un progetto chiaro e tanta compattezza". 

Chiesa sarebbe stato fondamentale. Out Thereau, prima chiamata per il giovane Sottil

Chiusura sulla formazione, Pioli sarà costretto a rinunciare a Federico Chiesa, fermo per squalifica, e Cyril Thereau, out per un infortunio. Prima convocazione per il giovane attaccante Riccardo Sottil, figlio dell’ex difensore viola Andrea. "Non ci sarà Chiesa e quella di domani era proprio una partita in cui le sue qualità sarebbero state fondamentali. Però non voglio mettere le mani avanti, ho la fortuna di avere un gruppo formato da giocatori pronti. Thereau non ci sarà perché a Torino ha accusato un fastidio muscolare ad un polpaccio, porterò con me Sottil. Ha velocità e tecnica – ha concluso Pioli -, ma deve imparare a lavorare nelle due fasi".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.