Bologna Milan 1-2, decidono le reti di Calhanoglu e Bonaventura. Gol e highlights

Serie A

Il Milan torna al successo sul campo del Bologna. Al Dall'Ara i rossoneri vincono 1-2: decidono le reti di Calhanoglu e Bonaventura nel primo tempo, inutile il gol di De Maio. Gattuso settimo con 57 punti, Donadoni dodicesimo a quota 39

CLICCA QUI PER LA CRONACA DI BOLOGNA-MILAN

SERIE A, CLASSIFICA E RISULTATI LIVE

BOLOGNA-MILAN 1-2 LIVE

34' Calhanoglu (M), 45'+1 Bonaventura (M), 74' De Maio (B)

Bologna (4-3-3): Mirante; Mbaye, De Maio, Gonzalez (58' S. Romagnoli), Masina (82' Keita); Nagy (52' Avenatti), Pulgar, Poli; Verdi, Palacio, Orsolini. All. Donadoni

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Bonucci, Zapata, Rodriguez; Kessié, Locatelli, Bonaventura (84' Montolivo); Suso, Cutrone (80' Kalinic), Calhanoglu (76' Borini). All. Gattuso

Ammoniti: Locatelli (M), Masina (B).

Vittoria del Milan sul campo del Bologna. I rossoneri tornano a conquistare i tre punti, che mancavano dalla sfida contro il Chievo dello scorso 18 marzo. Nel primo tempo le reti di Calhanoglu e Bonaventura, poi De Maio accorcia le distanze a un quarto d’ora dalla fine. La squadra allenata da Gattuso è settima in classifica con 57 punti a -1 dall'Atalanta, mentre quella di Donadoni resta ferma a quota 39.

 

Le scelte

Donadoni con il classico 4-3-3: a centrocampo non c'è Dzemaili, al suo posto gioca Nagy. Oltre allo svizzero fuori per infortunio anche Destro, Helander e Donsah. Nel tridente offensivo Orsolini preferito a Di Francesco. Stesso sistema di gioco anche per Gattuso, che cambia dopo il 4-4-2 visto nella sconfitta interna contro il Benevento. In mezzo Locatelli al posto dell'infortunato Biglia. In avanti torna a disposizione Calhanoglu, titolare insieme a Suso e Cutrone. 50a presenza con il Milan in tutte le competizioni sia per Calabria che per Kessié: l'ivoriano è il giocatore che ha giocato di più in questa stagione tra le squadre italiane. Terza presenza da titolare per Locatelli in questo in campionato, l'ultima volta dal primo minuto a novembre contro il Napoli.

Primo tempo

Nei primi minuti poche emozioni: squadre con un ritmo di gioco basso, con il Milan che prova a prendere il controllo della partita attraverso il possesso palla. Al decimo ci prova Calhanoglu con un' azione personale sulla sinistra, ma il turco viene fermato da Poli. Al 14' si fa vedere in avanti anche il Bologna con Palacio che si crea lo spazio per un tiro dall'interno dell'area di rigore: la conclusione dell'argentino è murata da Zapata, poi sul rimpallo l'ex Inter la mette sul fondo. Al 16' Bonaventura cerca in verticale Cutrone, ma il è pallone troppo lungo per l'attaccante del Milan. Occasione per il Bologna al 18' con Orsolini che dalla sinistra serve Poli, che controlla e prova un destro sul secondo palo senza però trovare la porta. Insiste la squadra di Donadoni: al 19' trova la rete con Palacio ma il gol non viene convalidato per la posizione irregolare di Orsolini, che aveva colpito il palo con un colpo di testa prima del tap-in dell'argentino. Al 23' Palacio viene fermato con un fallo da Locatelli, ammonito dall'arbitro Giacomelli. La punizione da buona posizione viene battuta da Verdi, che però non riesce ad angolare il tiro: nessun problema per Donnarumma. Al 26' Bonucci, dopo un contrasto fortuito con Palacio, accusa forti dolori a una caviglia. Dalla panchina si scalda Musacchio, ma per il momento il capitano del Milan rimane sul terreno di gioco. Dopo 34 minuti il Milan trova il gol del vantaggio con Calhanoglu, che servito da Cutrone trova la porta con un preciso destro rasoterra sul quale Mirante non riesce a intervenire. Sesto gol di Calhanoglu con la maglia rossonera in tutte le competizioni, due degli ultimi tre sono arrivati da fuori area. Il Bologna prova a reagire immediatamente: al 37' cross di Masina per la testa di Mbaye, ma Donnarumma non si fa sorprendere e mette il pallone in calcio d'angolo. Un minuto più tardi Orsolini la mette dentro di sinistro dopo un rimpallo su Palacio: Giacomelli inizialmente convalida il gol, ma poi con l'ausilio del Var lo annulla per un tocco di mano dell'attaccante argentino. L'arbitro concede cinque minuti di recupero, nel primo dei quali il Milan trova il raddoppio con Bonaventura: Suso recupera palla sulla trequarti, dopo un errore di Mbaye, poi Calhanoglu serve in area il numero 5 rossonero, che con un destro preciso batte Mirante. Bonaventura ha eguagliato il suo record di marcature in una singola stagione di Serie A (sette gol nel 2014/15 e 2012/13). Termina il primo tempo con il Milan avanti 2-0: era da maggio del 2004 (contro il Brescia) che il Milan non segnava due gol nel corso del primo tempo effettuando solamente due tiri.

Secondo tempo

Squadre in campo con gli stessi 22 giocatori che avevano terminato il primo tempo. Al 50' il Milan vicinissimo al terzo gol: Cutrone colpisce il palo con un destro rasoterra, poi Suso si fa respingere il tiro da Mirante. Donadoni al 52' si gioca la carta Avenatti, in campo al posto di Nagy: cambio di sistema di gioco per il Bologna che passa al 4-2-3-1. Al 55' Suso ha l'occasione per chiudere la partita: lo spagnolo viene servito da Calhanoglu, ma da ottima posizione calcia alto di destro. I rossoneri continuano a mettere pressione al Bologna e un minuto più tardi ancora Suso ha lo spazio per calciare con il sinistro, ma la sua conclusione trova il corpo di Gonzalez. Il Bologna effettua il secondo cambio al 58': Simone Romagnoli entra in campo al posto proprio del difensore della Costa Rica. Al quarto d'ora altro gol fallito dal Milan: Suso in area serve Cutrone, che effettua un potente destro bloccato in tuffo da Mirante. Il Bologna riprende coraggio e al 61' prova a segnare la rete dell'1-2 prima con un destro da fuori area di Palacio, che si spegne a fil di palo dopo una deviazione di Bonucci. Poi, 4 minuti dopo, mischia nell'area rossonera sugli sviluppi di un calcio d'angolo: Calabria intercetta un tiro di Palacio, che era riuscito a concludere verso la porta da posizione ravvicinata. Al 67' Bonucci accusa nuovamente problemi a una caviglia, ma come già successo nel corso del primo tempo riesce a proseguire il match. Bonaventura sfiora la doppietta con un destro dal limite dell'area, che al minuto 72 colpisce la traversa. Il Bologna non si arrende e accorcia le distanze al 74' con un colpo di testa di De Maio, che colpisce indisturbato su assist dalla destra di Verdi. Il numero 9 del Bologna ha fornito 10 assist in questo campionato, solamente Luis Alberto della Lazio ha fatto meglio (12 passaggi vincenti). De Maio, invece, ha segnato due reti in questo campionato eguagliando il suo record di marcature in Serie A. La squadra allenata da Donadoni prende coraggio e due minuti più tardi Mbaye ha l'occasione per il pareggio: Donnarumma è molto bravo e attento a respingere il destro dell'esterno senegalese. Anche Gattuso manda in campo forze fresche per il finale di partita: dentro Borini, Kalinic e Montolivo rispettivamente al posto di Calhanoglu, Cutrone e Bonaventura. Terzo cambio anche per Donadoni, che all'82' inserisce Keita per Masina. Giacomelli concede quattro minuti di recupero, ma il Milan amministra il vantaggio e conquista tre punti importanti per la volata Europa League che si deciderà negli ultimi 270 minuti.

I più letti