Mazzarri a Sky: "Felice del Torino, voglio portare la squadra a giocarsela con tutte"

Serie A

L'allenatore commenta su Sky Sport l'inizio di stagione dei suoi: "Abbiamo messo in difficoltà Roma e Inter, sono soddisfatto". Il Torino ha fondato anche la prima squadra di adolescenti guariti da un tumore, si chiama "100%" e da fine settembre si allenerà con lo staff dei granata

TORINO-SPAL 1-0, DECIDE N'KOULOU: GOL E HIGHLIGHTS

Una vittoria, un pari e una sconfitta. Toro a quattro punti e Walter Mazzarri soddisfatto: "Abbiamo fatto tre buone gare, se non ottime in alcuni casi. Ci è mancata un po' di continuità, ma abbiamo messo in difficoltà Roma e Inter". Soprattutto i nerazzurri, con un 2-2 in casa dopo aver rimontato lo svantaggio. Mazzarri ha commentato su Sky Sport l'inizio di stagione dei suoi, visibilmente soddisfatto del gioco espresso: "Sono contento di come stia crescendo il gruppo, ho visto il lavoro svolto dal 6 luglio a oggi e sono felice, mi sto togliendo delle soddisfazioni". 

"Voglio portare il Toro a giocarsela con tutte"

Grandi ambizioni per Mazzarri: "Spero che questa squadra assuma una fisionomia tale da potersela giocare con tutte, deve soltanto prendere un'impronta ben definita. In questo mondo siamo abituati a guardare i risultati, ma abbiamo giocato tre ottime partite. Con la Spal abbiamo vinto, anche se avremmo potuto chiuderla prima, abbiamo sofferto un po' nel finale. Sai, in questi casi un episodio può cambiare tutto". Un commento anche su Sirigu, protagonista di un bell'inizio di stagione: "Sta parando, è un ottimo portiere e lo sta dimostrando anche quest'anno. Spero continui così - conclude Mazzarri - e spero che gli altri giocatori facciamo come lui. Credo che il vero segreto di una squadra sia proprio questo, così prende forza e fisiononia, così riesce a fare risultati". 

Il Torino fonda la prima squadra di adolescenti guariti da un tumore

Il Toro ha "siglato" uno dei suoi gol più importanti. Non gonfia la rete ma vale molto di più, e regala un sorriso a chi ha sofferto. Oggi è nata "100%", la prima squadra di calcio formata da adolescenti guariti da un tumore. L'idea è nata nel corso del ritiro estivo del Toro, oggi è diventata realtà, il tutto grazie alla collaborazione con l'Oncoematologia pediatrica dell'ospedale Infantile Regina Margherita e dell'Ugi, l'Unione Genitori Italiani, una onlus che sostiene le famiglie nel percorso di cura dei bambini malati di tumore. Emiliano Moretti, Lorenzo De Silvestri e lo stesso Mazzarri hanno presentato l'iniziativa: "Grazie a chi ha contribuito a trasformare un'idea così maccheronica in realtà!". Questo il messaggio di Moretti, che ha voluto dire la sua sull'iniziativa. Da fine settembre, inoltre, la 100% si allenerà con lo staff del Torino. Un'iniziativa importante, come dichiarato dai promotori del progetto nel corso della conferenza stampa al Filadelfia: "Curare gli adolescenti vuol dire riconoscere questa complessità, riconoscere la necessità di realizzare una presa in carico globale del paziente e della sua famiglia, con una equipe multi-specialistica dedicata, in grado di offrire servizi, attività e spazi dedicati a loro". 

I più letti