Fiorentina, Pioli: "Abbiamo tenuto testa al Napoli, ma potevamo essere più precisi e pericolosi"

Serie A

Soddisfatto per la personalità, meno per alcuni errori che se evitati avrebbero potuto cambiare volto alla partita: Stefano Pioli commenta la sconfitta subita contro il Napoli, ma trae comunque indicazioni positive. "Siamo giovani, partite così fanno parte di un processo di crescita che stiamo portando avanti"

IL NAPOLI SI RIALZA COL "NUOVO" INSIGNE: FIORENTINA KO

SERIE A, CLASSIFICA E RISULTATI

Una sconfitta, quella contro il Napoli al San Paolo, che lascia l'amaro in bocca a Stefano Pioli. L'allenatore della Fiorentina è soddisfatto nel complesso della prestazione, ma non nasconde di avere qualche rimpianto: "Abbiamo fatto una buona gara, ma abbiamo le qualità per fare meglio. La partita è stata equilibrata, i ragazzi hanno avuto un buon atteggiamento e dopo il primo quarto d’ora abbiamo gestito bene e rischiato poco. Ci sono state però tante situazioni nelle quali dovevamo essere più precisi e di conseguenza più pericolosi. Poi nel secondo tempo sbagliato troppe uscite e spesso la prima giocata non ci ha permesso di salire, per questo abbiamo sofferto un po’". Secondo Pioli, il gol è frutto di un errore grave: "A 10’ dalla fine abbiamo commesso un errore abbastanza grave: devo dire che hanno segnato più per nostri demeriti che per la loro qualità. Potevamo portare a casa un risultato positivo".

"Siamo giovani e con personalità, errori che metto in conto"

Non mancano però le indicazioni positive: "Non ci siamo accontentati, se fosse stato così magari Hugo avrebbe buttato via la palla anziché cercare la giocata centrale in occasione del gol. Ci è mancata un po’ di qualità e per quelle che abbiamo, in costruzione potevamo fare molto di più. Non abbiamo rinunciato mai a giocare, ma dovevamo palleggiare meglio e trovare più spazi". L'allenatore viola mette in conto la giovane età dei suoi giocatori: "Questi errori glieli concedo. Abbiamo tenuto testa ad un avversario molto forte, alleno una squadra giovane e con personalità. Ho un rimpianto per oggi, perché ho la consapevolezza che in certe occasioni potevamo gestire meglio la palla e creare più pericoli. Ma è un percorso di crescita che possiamo fare e stiamo facendo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche