Milan, Donnarumma: "L'errore nel derby? Ho faticato a dormire, mi servirà da lezione"

Serie A
Gianluigi Donnarumma (getty)

In un'intervista a Rai Sport il portiere rossonero è tornato sul gol di Icardi che ha consegnato il derby all'Inter e ha "perdonato" Gonzalo Higuain per l'espulsione contro la Juve: "Il Pipita è un bravissimo ragazzo". Poi una battuta sulla Nazionale: "Contro il Portogallo San Siro ci darà una mano"

BAKAYOKO: "GATTUSO ASSOMIGLIA A CONTE"

MILAN, STRINIC TORNA AD ALLENARSI

"Errori così ti tolgono il sonno, anche se sbagliare fa parte del ruolo del portiere. Non ho valutato bene la traiettoria, mi servirà da lezione". In un'intervista a Rai Sport Gianluigi Donnarumma è tornato sul derby dello scorso 21 ottobre e su quella maledetta uscita a vuoto che al 92' ha favorito il gol di Mauro Icardi, condannando il Milan e portando in Paradiso l'Inter. "Gigio" ha commentato anche la recente sconfitta contro la Juventus e lo sfogo di Gonzalo Higuain. "L'abbiamo perdonato subito - prosegue il numero 99 rossonero -. Si è scusato con il gruppo, anche perché teneva molto alla partita. Gattuso? Non gli ha detto nulla, lo ha lasciato sfogare altrimenti... (ride, ndr). A parte gli scherzi il Pipita è un bravissimo ragazzo, l'ho consolato anch'io". Una battuta anche su Cristiano Ronaldo, affrontato per la prima volta in carriera. "Che emozione vederlo da vicino. A fine partita non sono riuscito a dirgli niente perché ero in imbarazzo".

Capitolo Nazionale

Donnarumma sarà ancora titolare nell'undici che sfiderà il Portogallo in Nations League il prossimo 17 novembre. "Giochiamo in un grande stadio, sono sicuro che San Siro ci trascinerà - ha detto "Gigio" -. Dobbiamo crederci e abbiamo tutte le carte in regola per vincere". Donnarumma è considerato da tempo l'erede designato di Buffon in azzurro. "Sono orgoglioso di essere titolare della Nazionale, l'ho sempre sognato sin da bambino. Ringrazio Mancini per la fiducia. Buffon? Mi è sempre stato vicino, dandomi consigli in ogni esercizio che facevamo insieme. Mi ha sempre detto di restare con i piedi per terra. Gigi è il miglior portiere del mondo, non meritava di chiudere così con l'Italia, senza il Mondiale", ha detto ancora Donnarumma. E proprio l'eliminazione con la Svezia dello scorso anno è un altro ricordo difficilmente cancellabile nella testa del portiere classe '99. "Senza dubbio è stato il momento più brutto della mia carriera. Non meritavamo di essere eliminati", ha concluso Donnarumma. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche