Bologna, Pippo Inzaghi su Instagram: "Mi son rotto, via chi gufa. Voglio lavoro, grinta e amore per la maglia"

Serie A

L'allenatore del Bologna, in seguito alle tante voci che l'hanno definito "in bilico" per via dei risultati della squadra, si è concesso uno sfogo su Instagram predicando "lavoro, grinta e amore per la maglia". Senza giri di parole: "Via dalle palle chi gufa"

BOLOGNA, AVANTI CON INZAGHI: NESSUN ESONERO

Uno sfogo dettato dal cuore. Pippo Inzaghi ha scelto di parlare attraverso il suo account Instagram per fare un appello in merito alla propria posizione: "Ho sempre accolto le sfide nella mia vita dando il massimo e facendomi un mazzo enorme. Ora sono qui, a Bologna, la sfida non è facile ma non impossibile e io non ho per nulla voglia di lasciare le cose a metà. Però di una cosa mi son rotto, basta negatività. Ne ho piena l’anima di last chances, di in or out, squadra-società-allenatore scarsi. Voglio aria nuova, sole, affetto bolognese e via dalle palle chi gufa. Lavoro, grinta e amore per la maglia portano risultati, demoralizzazioni e ansia portano solo a flop. Grazie".

Il Bologna non vince in campionato da settembre

Il Bologna non vince in Serie A dal 30 settembre: 2-1 all'Udinese, reti di Santander e Orsolini. Era la settima giornata di campionato. La sconfitta subita domenica contro l'Empoli è amara perché si somma ai ko che la squadra di Inzaghi ha rimediato da Spal e Cagliari e ai pareggi contro dirette concorrenti per la salvezza come Frosinone e Chievo.

11 punti in 15 partite: martedì c'è il Milan di Gattuso

Il momento più alto di Inzaghi in rossoblù è stato il 2-0 inferto alla Roma al Dall’Ara il 23 settembre: era la quinta giornata di Serie A. Un risultato a sorpresa che salvò Inzaghi dopo la pessima partenza: la sconfitta casalinga con la Spal al debutto seguì un amaro pari con il Frosinone. Non facilitarono le cose i ko con Inter e Genoa. In pratica dopo le prime 5 giornate, a Bologna si contavano 4 punti, arrivati dal successo sulla Roma e il pareggio col Frosinone. Inutile dire che tutti avrebbero preferito fare bottino pieno con Spal e Frosinone, accettando un ko dalla Roma. Il problema è che dall’ottava giornata Inzaghi non ha più ottenuto successi: sconfitto 2-0 a Cagliari, pari 2-2 in casa col Toro, ancora 2-2 al Mapei Stadium di Sassuolo, poi perde con l’Atalanta, pareggia col Chievo e con la Fiorentina. Il mese di dicembre si è aperto con la batosta inferta dalla Samp (4-1) per arrivare al fresco ko di Empoli. Il prossimo appuntamento è contro il Milan del suo ex compagno Gattuso. I rossoneri, ospiti al Dall'Ara nel posticipo della 16^ giornata, occupano il quarto posto e non si possono permettere di lasciare altri punti per strada, dopo il pari di San Siro col Toro.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche