Chi è Roberto Piccoli, l'ultimo talento dell'Atalanta di Gasperini

Serie A

Nato a Bergamo, ha due presenze in Serie A: "Fino a pochi mesi fa venivo allo stadio da tifoso, adesso vivo un'emozione indescrivibile". I segreti dell'ultimo centravanti di Zingonia che ama andare in bicicletta

ATALANTA-UDINESE 2-0: GOL E HIGHLIGHTS

SERIE A: CALENDARIO - RISULTATI

ATALANTA: CALENDARIO - RISULTATI - NEWS

LAZIO-ATALANTA, FISCHIA CALVARESE

Stessa età, stesso ruolo e stessi hobby, ma quand’è uscito dallo stadio non ha fatto come Ander Barrenetxea, l'attaccante della Real Sociedad che ha noleggiato una bici per tornare a casa dopo una gara da man of the match. L'umiltà prima del gol. 

Roberto Piccoli ha sorriso, si è fermato in zona mista e ha ringraziato Gasperini: “Un punto di partenza, questa serata resterà dentro di me”. Come i consigli di papà, che l’ha instradato verso la bicicletta, una passione che Roberto ‘utilizza a suo vantaggio per tenersi in forma”. Anche se stavolta è tornato a casa con il pullman della squadra.

Roberto Piccoli, 9 di Zingonia

Centravanti, classe 2001, 12 gol in Primavera in 19 gare, il sogno di riportare lo Scudetto a Bergamo dopo 21 anni. Tifoso doc dell'Atalanta: "Fino a 5 mesi fa venivo qui per sostenere la squadra, ora sto vivendo un'emozione indescrivibile". E grazie a un club che punta sui giovani. Due presenze in Serie A contro Empoli e Udinese quest'anno, Gasperini l’ha buttato nella mischia accanto a Zapata: “Mi ispiro a lui, ma stimo anche Mandzukic”.

Roberto Piccoli è l’ultimo attaccante ‘made in Zingonia’, da sempre patria di numeri 9: Vieri, Inzaghi, Pazzini, Denis, Zapata. Contro l’Empoli è toccato al ragazzino di Bergamo, cresciuto qui, uno dei tanti talenti scoperti da Maurizio Costanzi, il responsabile del settore giovanile nerazzurro. Tutti in convitto: “Vivono lì 24 ore su 24, è stato costruito un mondo che possa aiutarli a vivere il cambiamento, la distanza”. Crescendo coi grandi.

Piccoli ha giocato 45' contro l'Udinese, l'Atalanta ha vinto 2-0

Quei 2 gol che hanno convinto Gasperini

Prima di lui, quest’anno, è toccato anche a Kulusevski, il fantasista del 2000 che giocava a calcetto insieme alla sorella. Ora è il turno di Roberto, capelli ricci e bomber da sempre: nel 2017 ha segnato 24 gol con gli Allievi Nazionali guadagnandosi la 'fama'. L'anno scorso - in una stagione piena di infortuni - ha sfiorato il titolo il titolo di campione nazionale U17 perdendo in finale contro la Roma, dopo aver segnato 4 gol in 3 partite nelle fasi finali.

Ricorda Vieri, ha un bel destro e fa reparto da solo, a sportellate. Forte anche in prima squadra, come hanno avuto modo di vedere: a novembre, prima della sfida contro il Napoli, Gasperini ha organizzato un’amichevole contro la Pro Sesto. Piccoli ha giocato mezz’ora segnando 2 reti in soli 10 minuti, un battesimo da applausi.

Gol con l'Italia U19, sognando la Champions

Bene anche le selezioni giovanili: ha siglato 2 gol con l’Under 19, altri 2 con l’U18 e 3 con l’U16. Una doppietta contro la Serbia è valsa un posto per gli Europei U19 del prossimo luglio, in programma in Armenia. Ci penserà tra un po' però, prima dell'Italia ci sono due obiettivi: la finale di Coppa Italia e la qualificazione in Champions. Due mesi fa viveva questi sogni da tifoso, ora potrà farlo da protagonista. Magari dopo un giro bicicletta. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport