Spal-Verona, Juric: "Abbiamo costruito la squadra con logica e arrangiandoci. Pazzini top"

Serie A

Spal-Verona 0-2. Gli allenatori commentano la prestazione delle rispettive squadre. Juric: "Avevamo voglia di dimostrare che stiamo bene, Pazzini ha fatto una partita stupenda". Semplici: "Non dobbiamo abbatterci, gettiamo il cuore oltre l'ostacolo"

22 punti in classifica e una partita da recuperare. Il Verona di Ivan Juric si conferma la grande rivelazione di questo campionato. L'allenatore ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria contro la Spal, esprimendo tutta la sua soddisfazione: “Siamo partiti con la voglia di dimostrare che stiamo bene, abbiamo creato tantissimo nella prima mezz’ora e potevamo fare più gol. Poi loro hanno cambiato modulo. Dopo l’espulsione è cambiato l'andamento del gioco. Pazzini ha fatto una partita stupenda anche a livello difensivo, ha fatto giocare bene tutti, è un ragazzo top. Negli ultimi anni non spingeva al massimo negli allenamenti e si gestiva. Adesso gli abbiamo fatto un programma personalizzato e lui va alla massima intensità. Vedo che sta meglio. In generale stiamo cercando di muoverci di più, dando più soluzioni in attacco. Questa è l’idea di calcio che stiamo portando avanti nell'ultimo mese. Per costruire la squadra ci siamo arrangiati. Volevamo prendere giocatori che venivano da stagioni non esaltanti e potevano dare ancora tanto e giocatori di Serie B che Tony D’Amico conosceva bene. Non potevamo competere con nessun team di Serie A a livello economico, abbiamo costruito la squadra con una logica".

"Al Genoa sono stato trattato veramente bene anche quando facevo veramente male"

 

Nel prossimo turno ci sarà Verona-Genoa. Juric affronta il suo passato: "Al Genoa sono stato trattato veramente bene anche quando facevo veramente male. Non sono stato sereno negli ultimi 2 anni. Ho fatto tanti errori di giudizio". Nel Verona ha parlato anche Mariusz Stepinski, che ha segnato il gol del 2-0 da subentrato: "Importantissima vittoria di squadra, con il giusto spirito. Non era facile vincere 1 a 0 e poi difenderci. Poi abbiamo fatto il secondo gol e sono molto contento. Dobbiamo essere pronti anche se entriamo a gara in corso. Siamo tutti importanti e stiamo dimostrando che molto spesso riusciamo a vincere le partite con i cambi. Questa vittoria conta molto, abbiamo 22 punti e ci stiamo avvicinando al nostro obiettivo".

Semplici: "Dobbiamo rimboccarci le maniche, non abbiamo niente da perdere"

Per un Verona che gioisce c'è una Spal penultima in classifica a 12 punti. Semplici non cerca alibi: "Sapevamo di affrontare una squadra che dà filo da torcere a tutti. Credo che la partita fosse in equilibrio fino all’espulsione. Abbiamo avuto le nostre occasioni, in maniera clamorosa con Paloschi, ma non siamo riusciti a sfruttarle. Il Verona è una squadra aggressiva. Non dobbiamo abbatterci, volevamo dare continuità alla bella vittoria di Torino. Dobbiamo rimboccarci le maniche. Dobbiamo cercare di superare questo momento, ora non abbiamo niente da perdere. Come abbiamo fatto a Torino bisogna gettare il cuore oltre l’ostacolo. La squadra ha elementi all’altezza. L’espulsione di Tomovic ha cambiato l’andamento della gara. Il fallo da rosso non l’ho visto bene, non posso giudicare. Non bisognava perdere quella palla. Abbiamo commesso degli errori che in una partita così non puoi permetterti di commettere".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche