Giampaolo dopo Juve-Torino: "Abbiamo fatto quello che dovevamo, derby perso per dettagli"

TORINO
©LaPresse

L'allenatore granata dopo la sconfitta nel derby contro la Juve: "La squadra ha fatto quello che doveva, ma abbiamo perso per dettagli. Mi riferisco soprattutto al posizionamento difensivo sui gol, cose che proviamo tanto e sulle quali dobbiamo insistere. Ma gli errori maggiori li abbiamo commessi nella gestione dopo il recupero della palla, dovevamo palleggiare meglio. Troppi gol subiti? Nessun problema difensivo, ma percentuale di gol in relazione ai tiri troppo alta"

Ennesima rimonta subita dal Torino, che questa volta si vede sfuggire dalle mani un risultato importante nel derby contro la Juventus. N'Koulou porta in vantaggio i granata, che tengono bene per gran parte della gara per poi crollare nel finale, subendo le reti di McKennie e Bonucci. Amareggiato Marco Giampaolo, che ha parlato così ai microfoni di Sky Sport: "Abbiamo già parlato delle rimonte e parlarne ancora non ci porta da nessuna parte, non posso commentare le partite precedenti – le parole dell'allenatore del Torino - Parlo di questa gara, persa per dettagli. Ma complessivamente, considerando la nostra situazione e il momento, abbiamo giocato come dovevamo e l'abbiamo persa per dettagli sui quali lavoriamo costantemente, ma evidentemente bisogna starci ancora sopra. Mi riferisco all'organizzazione difensiva sul cross, situazioni in cui devi ricomporre la linea, invece siamo stati disuniti, con posizioni sbagliate. Siamo stati bravi, poi sbagli qualcosina e al primo errore subiamo sempre gol".

"Gol subiti? Non è un problema difensivo, ma di numeri"

vedi anche

Juventus-Torino 2-1: gol e highlights

"Nei 95 minuti se abbiamo commesso qualche errore è stato nella gestione dopo il recupero di palla, devi tenerla con qualità ma se non lo fai perdi anche energie – prosegue - Così facendo, devi cambiare mezzali, attaccanti e noi già abbiamo qualche problema. Non tenendo la palla, non hai le energie per tenere 95 minuti. La nostra squadra ha più caratteristiche di ripartenza e profondità, quindi devo assecondare questa cosa. Siamo una squadra tosta, quadrata, ma molto verticale e poco palleggiatrice. Mentre la fase difensiva si fa anche tramite il possesso, cosa che non siamo stati in grado di fare. La posizione degli esterni? Con la difesa a 3 qualche riferimento cambia, da quando abbiamo iniziato a giocare così sedute specifiche non ne abbiamo fatte, perché io ero a casa. I ragazzi giocano come se la linea fosse ancora a quattro, bisogna ancora lavorarci. Abbiamo subito tre o quattro tiri, non ho visto una squadra in difficoltà difensiva. Abbiamo dati ottimi, ma subiamo una percentuale di gol in proporzione ai tiri troppo alta. Se ci tirano 4 volte, ci segnano 2 gol. Non ho problemi di duttilità difensiva. Senza dubbio prendiamo tanti gol, ma non riguarda il sistema ma la percentuale realizzativa in relazione ai tiri. Questo è il vero dato negativo, non siamo una squadra che fa fatica a difendere o che dimostra vulnerabilità. Anzi, anche contro la Juve mi è sembrata una squadra tosta". Sulla reazione di Zaza dopo la sostituzione, aggiunge: "Non voleva uscire, ma questo fa parte dell'adrenalina della classifica. Mi arrabbio, ma poi finisce lì".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.