Cagliari-Torino, Nicola: "Punti preziosi, ma il campionato non è finito"

torino

L'allenatore del Torino analizza la vittoria di Cagliari: "Tre punti importanti e soddisfazione per quello che sta facendo il gruppo. I meriti? Riduttivo darli all'allenatore. Dobbiamo migliorare perché tutto e subito non si può avere"

Un Davide Nicola particolarmente soddisfatto dopo la vittoria nello scontro diretto contro il Cagliari: "Questa partita vale sempre tre punti e però siamo riusciti a prenderli, sono contento per i ragazzi, per quello che danno, per la società, perché ognuno dà il massimo, poi è chiaro che dobbiamo crescere - dice - A me la partita non mi è dispiaciuta specie nei primi 25’ poi per la loro qualità abbiamo dovuto optare per una strategia diversa e abbiamo abbassato un po’ il baricentro". Tante le emozioni dopo questo periodo al Toro: "Le emozioni dei 90’ sono focalizzate sulla partita, l'emozione di tutta la settimana è quella di riuscire a tenere un equilibrio, il campionato non è finito, dobbiamo fare ancora tanta strada, queste partite si possono anche perdere ma è la reazione che conta".

"Non può arrivare tutto e subito"

approfondimento

Ancora Bremer, il Toro vince e inguaia il Cagliari

Un Torino che all'arrivo di Nicola sembra completamente trasformato: "A me non interessa il prima, siamo entrati e abbiamo dato la nostra idea di gioco, fa piacere vedere i ragazzi consapevoli che dobbiamo salvarci, se non fosse così non riusciremmo a fare step di crescita - dice ancora - Oggi abbiamo raccolto tre punti importanti, c’è ancora tanto da migliorare ma tutto e subito non può arrivare". In ogni caso la squadra sembra molto più unita e vogliosa di dimostrare il suo valore: "Il primo obiettivo che ricercavo era la coesione del gruppo, dovrebbe essere quasi scontato, sarebbe difficile ottenere qualcosa senza unione di intenti - spiega - Poi l’aspetto mentale incide, perché oggi la posta in palio era alta, ci saranno altre partite di questo tipo e noi dovremmo migliorare la qualità del gioco. Per parte del primo tempo abbiamo smesso di giocare e abbiamo perso un po’ di certezze, nella ripresa abbiamo gestito meglio ma su questo stiamo lavorando".

"I meriti? Non di un singolo ma del gruppo"

Meriti dell'allenatore? "Meriti miei? Ognuno ha dei meriti, non è importante attribuirseli, non è importante attribuire un merito singolo per quello che sta facendo tutto il gruppo. Soddisfatto? Certo che lo sono, soprattutto per i miei ragazzi. Questo è un campionato particolare dove il valore delle squadre non è completamente dimostrato e le cose possono cambiare dall’oggi al domani"

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.